Antonio Marras

«Avevo un desiderio da tanto tempo: riiniziare con l’uomo, era un atto dovuto, lo dovevo a mio padre e a lui la dedico. Ho aspettato un po’ di tempo per capire chi meglio potesse insieme a me interpretare lo spirito del vestire contemporaneo che cambia continuamente mantenendo però la propria identità. Tutto è cambiato da quando ho iniziato a fare questo lavoro, ma quello che rimane intatto è lo stile. Lo stile è qualcosa di innato, di personale. È la capacità di osare, naturalmente e liberamente, avere il coraggio di provare, sperimentare, trasgredire le regole, violare i codici, preferire alla norma lo scarto dalla norma, la devianza con un particolare anche piccolo, un punto, una virgola. Ha stile chi non teme che l’eccesso e l’eccentricità trionfino sulla piattezza e sulla banalità del vestire comune. Ha stile chi non si adegua ai dettami imperanti e cerca lo scarto, il contrasto, l’errore, il varco. Ha stile chi trova quel Je-ne-sais-quoi o quel prêsque-rien che è, in fondo, l’essenza di tutto ». Sono queste le parole con le quali Antonio Marras annuncia, dopo qualche anno di assenza, il suo ritorno al menswear. Il ritorno grazie all’accordo pluriennale per la produzione delle sue collezioni maschili con Emmegierre Fashion, azienda con sede a Bergamo nata nel 2004. La linea (relativa all’Autunno/Inverno 2014-2015) debutterà a gennaio nel calendario di Milano Moda Uomo.