Mauro Grifoni

Mauro Grifoni

Quali sono le tendenze per la stagione autunno-in­verno 2009-2010? Quali i materiali e i colori su cui si punterà?

La collezione non ha un tema, nasce dal desiderio di crea­re un guardaroba contemporaneo. La silhouette è giocata sui contrasti: parka e maglie over, e pantaloni stretti. I co­lori sono invece scuri, ma con lampi accesi nelle maglie, nei berretti e nelle sciarpe.

In un momento in cui si parla quasi esclusivamente di crisi economica come si muove il mondo-moda e su cosa punta?

Il settore in questo momento, soprattutto per l’uomo, non vede grandi cambiamenti. Penso però che nell’immediato futuro si possa andare in una direzione di maggiore con­cretezza dei capi presentati, che dovranno sempre più es­sere funzionali e soprattutto di grande qualità. Qualità e prodotti politically correct, ma soprattutto la capacità di andare avanti a lavorare con maggiore attenzione al ser­vizio, che deve essere sempre più veloce. Oggi si guarda con particolare attenzione a tutto quello che è ben tagliato e ben proporzionato alla figura che si vuole vestire.

C’è un’icona del mondo del cinema o dello spettaco­lo di oggi o di ieri in cui si identifica meglio il vostro brand e per quali motivi?

Icona di oggi Jude Law. Faccia pulita ma non banale... non bellissimo ma intrigante... non ragazzetto ma non vecchio... nè anziano nè sbarbino... né madaiolo né ba­nale... Potrebbe idealmente essere la persona della porta accanto come anche un elegante ospite alla pri­ma degli Oscar.