Andrea Canè

Andrea Canè

Quali sono le tendenze per la prossima stagione e quali i materiali e i colori su cui punterete?
Le tendenze per la prossima stagione vanno dal City Surf al Maine Maritime, al Glamping (il glamourous camping). Il city surf, di grandissima tendenza, ispirato dal nuovo fenomeno del surf a New York City, è interpretato nella collezione Woolrich da capi che mixano il mood surf con uno stile fashion urban, con colori che vanno dal grigio e nero mixati con tonalità pastello e fluo. Il maine maritime è la tendenza ispirata dal tradizionale fishing e boat-making della costa del Maine, classici temi marine sviluppati in modo contemporaneo, con una color palette classica: bianco, blu, rosso e kaki. Il glamping è il nuovo trend nell’outdoor, ovvero il camping tipico americano rivisto in chiave luxury, con capi che mixano il lusso sofisticato con le classiche funzionalità di utilizzo, con una palette di tonalità giocata sui toni dei kaki e degli oliva. I tessuti di punta sono il cotone 3-layer, lo shape memory check e stripe, il microlight nylon, l’indigo dyed cotton e lo chambray.

Molti parlano già di “ripresa”: nel comparto moda si avvertono segnali in questo senso?
Si parla di una possibile ripresa alla fine del 2009 ma ad oggi la situazione è statica anche se si avverte nei commercianti di qualità un certo sentimento di ottimismo. Chi ha un rapporto con una clientela consolidata e chi tratta i marchi giusti del momento sta vedendo un progressivo miglioramento.

Se il suo brand fosse un piatto, un vino e un brano musicale quale sarebbe e per quale ragione?
Se fosse un cibo mi piacerebbe un piatto giapponese di sushi e sashimi perché sia l’estetica che il contenuto sarebbero molto ben bilanciati e adatti a un pubblico internazionale. Woolrich sta diventando sempre più un marchio globale e i suoi contenuti dovranno rispecchiare questa filosofia sia distributiva sia di attitudine. Se fosse un vino, non potrebbe che essere italiano in quanto la nostra tradizione è fatta di vini veri ma non sofisticati, di una storia che risale alle origini della civiltà. “In vino veritas”, e così che i latini definivano i poteri del vino ed è così che vorremmo che il nostro marchio venisse percepito e considerato: un brand vero, autentico. Infine se fosse un brano musicale sarebbe Born in the Usa di Bruce Springsteen. Nonostante sia una canzone sul Vietnam per molti è solo il manifesto del rock inteso come valori dello spirito libero, anticonformista e pionieristico degli Usa. Woolrich è parte della cultura stessa “Americana” ed è “Born in the Usa” nel 1830.