Antonella Memo

Antonella Memo

Quali sono le tendenze per la prossima stagione e quali i materiali e i colori su cui punterete?
Per la prossima stagione proponiamo grandi innovazioni per la clientela maschile. Da un lato stiamo portando avanti con grande passione il progetto della linea travel in policarbonato che consente grande resistenza e leggerezza; si tratta quindi di articoli da viaggio molto comodi, anti-urto ed estremamente pratici.
Dall’altra parte la nostra linea di pelletteria con la classica mappa si arricchisce di proposte in una nuova tonalità: il grigio tortora. Il nuovo Geo Tortora, con dettagli in pelle color testa di moro e abbinamenti in nylon nella stessa tonalità, ha un mood discreto, elegante e raffinato, dal forte appeal per la clientela maschile. L’attitudine è urbana e business-oriented ma mai ingessata: c’è una forte ispirazione al comfort e alla comodità. Gli articoli hanno funzioni adatte al viaggio e al lavoro: lo zaino grande ha una tasca frontale che può ospitare un computer portatile. L’accostamento del Geo con il nylon fa sì che gli articoli siano molto leggeri. In più la stampa geo, in questa tonalità più vicina alla sensibilità maschile, garantisce un segno distintivo di stile e personalità. L’abbigliamento si ispira al tema del safari chic, con articoli nei toni naturali, passe-partout per ogni situazione della vita quotidiana, in cui le forme e i materiali, dal nylon al canvas, al cotone e al jersey, garantiscono comodità per vivere l’avventura, senza mai rinunciare alla classe e alla distinzione. L’avventura e lo stile sono elementi naturali per l’uomo 1A Classe Alviero Martini, sia che si trovi nella savana africana sia nelle Avenue parigine o nelle Street di New York.

Molti parlano già di “ripresa”: nel comparto moda si avvertono segnali in questo senso?
Il sentimento è certamente più positivo da parte di tutti gli operatori; i sell out sono buoni, soprattutto della pelletteria. Insomma, ci sono segnali che fanno sperare in una ripresa. Noi continuiamo a portare avanti un progetto basato sulla qualità del prodotto e sulla continua innovazione, certi che si tratti di qualità che il mercato continuerà ad apprezzare e premiare.

Se il suo brand fosse un piatto, un vino e un brano musicale quale sarebbe e per quale ragione?
Come piatto penso potrebbe essere una pizza! Innanzitutto perché è l’emblema del made in Italy di qualità nel mondo. Inoltre la pizza è un piatto con numerose varianti: si parte da una base classica e poi si procede con l’aggiunta di elementi in varie combinazioni. Ciò rispecchia il nostro continuo lavoro a livello di innovazione di prodotto: a partire dalla nostra classica mappa Geo abbiamo sperimentato diversi colori e diversi materiali. Se il nostro brand fosse un vino potrebbe essere un prosecco o uno spumante italiano, anche in questo caso perché si tratta di un’eccellenza italiana, con un’elevata dose di artigianalità nel processo produttivo e dal consumo trasversale. Come brano musicale mi viene in mente subito Dancing Queen degli Abba, un evergreen che chiude tutte le nostre sfilate, pieno di energia, come il nostro brand.