Giovanni Bianchi

Come sarà il 2011 per il mercato moda?

Prevedo numeri stabili per l’Italia e una crescita soprattutto per l’estero e per quelle aziende che hanno saputo innovare e rinnovarsi.

Qual è il punto di forza della nuova collezione?

Il vero punto di forza è la scelta di proporre un capo informale ma al contempo ricercato. La nostra collezione si distingue per la cura dei dettagli, di livello sartoriale, e per materiali di altissima qualità. Realizzati in esclusiva per LBM1911, sono impreziositi dall’utilizzo di trattamenti e lavaggi esclusivi. La collezione presenta un’ampissima gamma di tessuti, declinati su modelli selezionati: oltre ai pantaloni, sono protagoniste le giacche, che fanno parte del nostro DNA. L’esperienza e la passione che mettiamo nel nostro lavoro ci hanno permesso di raggiungere l’eccellenza su questo tipo di capi, quindi puntiamo a rafforzare e consolidare questo traguardo, senza mai smettere di innovare.

La crisi ha cambiato il consumatore?

Assolutamente sì, il consumatore si è evoluto e ha maturato esigenze ben precise. Oltre ad essere più sensibile e attento, è sempre più esperto e preparato: confronta i prezzi, esamina meticolosamente le etichette, non vuole rinunciare alla qualità; eventualmente preferisce ridurre la frequenza d’acquisto.

Come reagite all’avanzare delle catene di abbigliamento low cost come Zara ed H&M?

Queste catene hanno una strategia vincente: prodotti aggiornati nei materiali e nell’immagine a prezzi contenuti. Non credo tuttavia che rispetto al nostro core-business si possa parlare di concorrenza diretta: i target di riferimento sono diversi. Noi ad ogni modo riusciamo ad offrire altissima qualità a prezzi competitivi.

LE PASSIONI DI BIANCHI Musica
Cantautori Italiani

Hobby

Modellismo

Libro
Quelli di Wilbur Smith, gialli e thriller

Programma tv

Partite di calcio

Piatto preferito

Torte salate e formaggi

Sport

Pallavolo, calcio, sci

Film
Balla coi lupi
Luogo
Ovunque, con mia moglie

Squadra del cuore

Juventus

Auto

Audi A6