Orologi od opere d’arte? Miniature al polso

Un particolare della realizzazione del modello Arceau Awooooo di Hermès (foto © David Marchon)

L’arte orologiera è, appunto, un’arte di per sé. Ma ci sono segnatempo i cui quadranti si trasformano in vere e proprie tele su cui i maestri artigiani possono liberare la loro fantasia e, ovviamente, il loro incredibile secondo savoir faire . È il caso di tutti i modelli della collezione Rare Handcraft di Patek Philippe, compresi gli ultimi due presentati dedicati alla città Eterna. Lo stesso si può dire dell’Arceau Wooooo firmato Hermès, un’edizione limitata e numerata in otto esemplari che porta sul quadrante, grazie alla tecnica della pittura miniata, un motivo animale disegnato dall’artista Alice Shirley (il secondo dopo il simpatico orso Grrrrr! apparso nell’autunno 2016). Pezzi inevitabilmente rari se non unici (è il caso dei due Patek Philippe) come il saper fare dei “maghi” che li realizzano. 

Patek Philippe - Rare Handcraft Ref. 5098G-081 e 5089G-082

Patek Philippe - Rare Handcraft Ref. 5098G-081 e 5089G-082

In occasione dell’apertura della boutique romana, del 225° anniversario e dell’oltre centenaria collaborazione con il concessionario Hausmann & Co., Patek Philippe ha realizzato una collezione di segnatempo in edizione limitata dedicata alla Capitale. Di questa fanno parte anche due pezzi unici della collezione Rare Handcraft le referenze 5098G-081 e 5089G-082. Entrambi sono Calatrava in oro bianco con cassa da 38,5 mm e quadrante in smalto cloisonné. Il primo rende omaggio a piazza di Spagna, raffigurata con la Chiesa di Trinità dei Monti ed i vivi colori delle azalee che in primavera ne adornano la scalinata sottostante. Per realizzare questo quadrante, l’artigiano ha utilizzato circa 65 cm di sottilissimo filo in oro e 22 colori di smalto. Il quadrante del secondo riporta invece una veduta di Castel Sant’Angelo e primo piano di una delle statue del ponte, detta Angelo con i flagelli: in questo caso il filo d’oro utilizzato era di circa 51 cm, mentre i colori di smalto 14. In entrambi i casi i colori sono stati passati alla cottura nove volte a circa 820°. Il fondo cassa pieno in oro bianco riporta l’incisione celebrativa “Hausmann & Co. 1794-2019”. In entrambi i modelli il cinturino è in alligatore cucito a mano. Blu lucido nel primo caso, marrone lucido nel secondo.

Hermès - Arceau Awooooo

Hermès - Arceau Awooooo © Joel Von Allmen

Affascinante e temuto, è il lupo grigio il protagonista dell’Arceau Awooooo. Il motivo ideato dall’artista Alice Shirley rappresenta l’animale nel suo stile di vita naturale, essenzialmente notturno, e prende vita al termine di un meticoloso lavoro artigianale. Per prima cosa si realizzano le due parti del quadrante con smalto bianco e trasparente, subito levigate con cura per ottenere una superficie perfettamente liscia. Quindi, vengono tracciati i contorni del motivo e applicate, con l’ausilio di un pennello molto fine, varie polveri di smalto mescolate a oli naturali. Si susseguono infine varie fasi di posa, di essiccazione e di cottura, prima che il quadro appaia nel suo realismo. La tonalità dell’insieme si armonizza con il cinturino in alligatore opaco grafite e la cassa in oro grigio, la cui forma rotonda, sormontata da attacchi a forma di staffe, ospita un movimento di manifattura Hermès, l’H1837. Le linee classiche ed eleganti di questo segnatempo sono quelle concepite 40 anni fa da Henri d’Origny.