Enrico Bracalente accanto ad alcuni dipendenti NeroGiardini

Fatturato in crescita del 5%, potenziamento della rete commerciale, ampliamento della sede di Monte San Pietrangeli (Fm), formazione e nuove assunzioni con il corso di operatore della calzatura Cfp “Artigianelli”. Primo semestre 2015 decisamente positivo per Enrico Bracalente, amministratore unico di B.A.G., proprietaria del marchio di abbigliamento e calzature NeroGiardini, che sta guidando la società verso un importante piano di internazionalizzazione, fondato su quattro pilastri: made in Italy, qualità del prodotto, servizio al cliente e attenzione al consumatore finale.

 

NUOVA LINEA AUTUNNO-INVERNO. I risultati stanno dando ragione alle scelte imprenditoriali di Bracalente, che per la stagione autunno-inverno affiancherà alle tradizionali linee di calzature uomo, donna e bambino una nuova collezione fashion dedicata alla fascia d’età 20-35 anni). Tra gennaio e giugno NeroGiardini ha registrato ricavi pari a 103,7 milioni di euro, in crescita del 5% rispetto allo stesso periodo del 2014. “Stiamo affrontando il mercato globale con determinazione e convinzione, grazie a una squadra di collaboratori giovane e affidabile – ha sottolineato Bracalente –. Avevamo chiuso il 2014 raggiungendo 204 milioni di fatturato. Vogliamo continuare a consolidarci e a crescere, i dati della semestrale ci danno ragione: sono soddisfatto del +5%”.

ESPANSIONE ALL’ESTERO. Da due anni NeroGiardini – che può già contare su 60 i punti vendita monomarca (tra diretti e franchising), un centinaio di shop in shop e oltre 2 mila negozi multibrand – si sta espandendo in maniera decisa verso i mercati esteri che, oggi, rappresentano il 20% del fatturato. Non a caso, dopo quelli di Praga e Francoforte, a settembre sarà inaugurato il terzo negozio monomarca in Spagna, a Girona (Catalogna). “E stiamo iniziando ad aprire shop in shop anche all’estero: dieci con Pittarosso in Francia e due in Belgio. Questo è solo l’inizio”, ha aggiunto Bracalente.