Milano moda © Getty Images

«Dobbiamo essere uniti tra Firenze e Milano per portare nuovi compratori e fare una vera settimana della moda, proficua e con le migliori competenze. Con fiere belle e stimolanti». Ci crede Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine, alla possibilità di una settimana della moda italiana che affianchi le sfilate all’ombra della Madonnina a fiere sparse tra Milano e Firenze. La dichiarazione in occasione della presentazione alla stampa della terza edizione di Super, il salone dedicata agli accessori e al prêt-à-porter donna, di scena a Milano dal 22 al 24 febbraio, in concomitanza con Milano Moda Donna. Una manifestazione, questa organizzata da Pitti Immagine, lo stesso ente che a Firenze mette in scena Pitti Uomo, che testimonia la volontà della realtà fiorentina di fare sistema con Milano.

Secondo Marzotto l’ideale sarebbe fare approdare i compratori a Firenze con Pitti e poi traslarli a Milano per la settimana delle moda e per i saloni collaterali. Un bel progetto certo, ma che deve fare i conti con un calendario internazionale che al momento vede Firenze fuori dai giochi. Il problema principale è infatti rappresentato dal fatto che la kermesse di scena nella città del Giglio si sovrappone con i defilé di Londra che, interpellata dall’Italia a proposito di una modifica del calendario, ha più volte risposto picche.

Chissà se adesso l’inglesissima numero uno della Camera nazionale della moda, Jane Reeve, potrà spostare il progetto di Pitti e convincere i suoi connazionali a mettere mano ai calendari.