Riaperto il negozio Louis Vuitton a Verona. Dopo un intervento di ristrutturazione e ingrandimento, la griffe ha riaperto ai clienti il suo punto vendita nella città scaligera, nella centralissima via Mazzini al numero 82. Lo spazio, ora di 153 metri quadrati e disposto su due livelli, è stato raddoppiato. Ampliata anche l’offerta con l’introduzione delle calzature maschili e un maggiore assortimento di articoli da viaggio, accessori, borse e occhiali da sole, uomo e donna.
In occasione dell’opening Louis Vuitton si è impegnata a sostenere un’operazione di mecenatismo nella città. A Verona la maison francese sosterrà, infatti, un progetto della Soprintendenza dei beni ambientali e architettonici, che prevede di restituire l’aspetto originario al trecentesco recinto delle Arche Scaligere, grazie alla collocazione di copie fedeli delle sei statue dei pilastri della cancellata, rimosse e musealizzate nel 1967.
Non è la prima operazione di mecenatismo che Louis Vuitton realizza. Verona segue infatti il progetto che ha consentito di restaurare la pala d’altare della chiesa di San Salvador a Venezia. Un altro progetto a breve riguarderà il restauro della Maison di Kiso a Parigi all’interno del Jardin de Acclimatation.
Per la griffe legarsi all’arte della città che ospita i suoi monomarca è un modo per ringraziare la fedeltà della clientela.