L’abitazione domestica è vista come un rifugio, uno spazio privato e personale, in cui ritrovarsi e ritrovare l’atmosfera rilassante, la sicurezza e la tranquillità. Arredare una casa, quindi, è rivestire il proprio nido con uno stile personalizzato, classico o moderno che sia, distinguendo ogni angolo con singoli particolari che la rendono unica. Ogni stanza deve essere studiata al meglio per sfruttare gli spazi interni di ogni ambiente in modo funzionale. Una ricerca di Assarredo si è concentrata sull’esplorazione delle nuove tendenze della casa e dell’abitare, al fine di comprendere i trend futuri che influenzeranno gli acquisti, segmentare i consumatori italiani, studiando cosa spinge loro ad acquistare un certo tipo di arredamento piuttosto che un altro. Lo scopo è stato fornire un ampio quadro del vivere contemporaneo, partendo da dati riguardanti le stanze maggiormente amate all’interno della casa, e arrivando fino all’individuazione di sette tipologie diverse di appartamento. Ne è emerso che la casa è intesa anche come scenario in cui si condivide il piacere dell’ospitalità e in cui maturano nuove relazioni, d’amicizia e di lavoro. Per lo spazio destinato alla socializzazione vengono scelti oggetti belli ed utili, capaci di regalare emozioni e coinvolgimento e di creare un’atmosfera accogliente e confortevole, in cui ci si senta a proprio agio. Cresce inoltre l’interesse per la cultura del cibo genuino e della cucina sana, preferendo invitare gli amici nella propria maison: allora i divani si allargano e si fanno più comodi, gli elettrodomestici sono scelti pratici ed ultra accessoriati, i tavoli si trasformano con ampi piani di appoggio, tutto insomma deve essere accogliente e attraente. In generale comunque la casa è lo specchio dei propri gusti personali e delle proprie necessità, con un arredamento che non è considerato un bene destinato a durare all’infinito, ma che può essere modificato e rinnovato a seconda del cambiamento di gusto o stile di vita.

Per quanto riguarda la casa di Tendenza e quella denominata Ambiente Perfetto, due tra le sette tipologie emerse dal sondaggio, la cura dei dettagli è molto importante e c’è un alto livello di investimento in componenti di arredo, dovuto anche alle possibilità economiche del target rappresentato. Qui diventa rilevante il pezzo singolo, come un divano o una seduta, che può trasformarsi in protagonista assoluto dell’ambiente. Lo stile di vita moderna impone ritmi sempre più frenetici e stressanti sia da un punto di vista fisico che psicologico ed è per questo che, avere nella propria casa una chaise longue, significa non soltanto avere un pezzo di storia in casa, ma anche un complemento d’arredo che, grazie alle sue forme sinuose ed ergonomiche, è capace di ridare al nostro corpo energia e serenità. E gli ultimi modelli sono addirittura proposti in cristallo. O ancora chi non conosce la poltrona sacco, passata agli onori della cronaca e oggetto di culto grazie a Giandomenico Fracchia, il personaggio inventato da Paolo Villaggio, quando, a colloquio con il capo, intraprende una vera e propria “lotta” poiché non riesce a sedersi. In realtà, questa è una delle sedute più comode che esistano, morbida e avvolgente: un sacco di forma oblunga, generalmente in tessuto o in ecopelle, riempito con palline di polistirolo che prende la forma della persona che vi si siede.

Nelle tipologie di casa Tecno-Estetica e Metropolitana c’è invece una prevalenza di praticità e design perché sono viste come luogo del sé ma anche come una struttura non definitiva. Sono arredate con elementi che nascondono un valore aggiunto, che all’occorrenza sanno modificarsi, mutando forma, misura e funzione. I mobili trasformabili accontentano richieste ed esigenze particolari, nel living domestico, ma anche in camera da letto o in bagno, ed aiutano a sfruttare appieno lo spazio, non sempre grande quanto lo si vorrebbe. Divani, poltrone e pouf esteticamente gradevoli quanto i modelli tradizionali, all’occorrenza con pochi gesti semplici, diventano comodi letti. Sono pensati per leggere, studiare, guardare la televisione e rilassarsi durante il giorno e accontentano con le loro moderne caratteristiche i gusti più svariati. Ma tra le ultime tendenze, il must della versatilità lo vince l’Home Fitness, che rappresenta una valida alternativa alla frequentazione di palestre e centri di benessere, per chi ama mantenersi in forma in qualsiasi stagione dell’anno. Chi non dispone di grandi spazi può infatti optare per quegli arredi che nascondono all’interno dalla semplice cyclette a vere e proprie minipalestre per eseguire esercizi fisici di ginnastica attiva e passiva.

Ancora, secondo il sondaggio, vengono presentate la casa Bene da mantenere e la casa Pratica. La prima è pensata come una soluzione definitiva, ma degna di continui investimenti per rinnovarla. Per gli individui che possiedono una casa con queste caratteristiche la cucina è oggi uno dei luoghi più carichi di significato, capace di suscitare emozioni vere e di favorire la socialità, simbolo per eccellenza della relazione familiare. In cucina il cibo non solo viene preparato, ma anche servito e consumato, in occasione di aperitivi, brunch o cene informali con amici e parenti. Qui la tecnologia incontra il design, per dare vita a soluzioni belle e funzionali, capaci di rispondere alle nuove esigenze d’uso ed abitabilità. La casa Pratica vede invece al suo interno la presenza di uno stile classico, con molti comfort e comodità. Il salotto qui diventa protagonista assoluto. Specialmente al divano le persone chiedono sempre più di essere accolte, protette, coccolate e quasi viziate: deve offrire molteplici possibilità di componibilità, grazie agli elementi che si muovono indipendenti l’uno dall’altro e di cui è possibile modificare a proprio piacimento la posizione delle sedute, degli schienali e dei poggiatesta creando infinite soluzioni per vivere il proprio relax. Estraendo tutte le sedute, in alcuni modelli si ottiene un divano talmente profondo che, all’occorrenza, può trasformarsi in un letto. L’anima pratica di alcuni modelli viene ulteriormente valorizzata dall’utile tasca portariviste che si può appoggiare al bracciolo o dal vano strutturato a libreria per avere sempre a portata di mano riviste e volumi. Nel progettare l’arredo della camera da letto, ambiente della casa per eccellenza destinato al rito del sonno, ma anche ai momenti di privacy e di relax, si è solitamente attenti a scegliere mobili che permettano di vivere con piacere la stanza e starvi a proprio agio. In questa ottica il letto è il migliore interprete del comfort globale e svolge oggi svariate funzioni: se dotato di una buona rete e di un comodo materasso assicura innanzitutto un buon dormire. Ma il suo compito non si esaurisce qui. Tutti i dettagli che lo arricchiscono (dimensioni generose, testate retroilluminate, cuscini mobili e basi attrezzate) ne fanno il luogo ideale anche per leggere, guardare la tv, navigare in Internet, telefonare, lavorare, sorseggiare un caffè.

L’ultima tipologia di casa presa in considerazione è la casa Immobile, caratterizzata da un target anziano e con un basso reddito. È una soluzione definitiva ma anche statica per quanto riguarda il rinnovamento dell’arredo perché pochi sono gli acquisti destinati alla valorizzazione dell’ambiente.