Costasera Contemporary Art: l’arte incontra l’eccellenza enoica

In questa foto, l'opera Un Uomo e una Donna e la sua autrice, Irina Deryabina

Si è conclusa tra Venezia e la Valpolicella Classica l’edizione 2021-22 del Costasera Contemporary Art, il progetto biennale ideato nel 2013 da Masi per unire due espressioni della cultura: l’arte contemporanea e l’eccellenza enologica. L’ultima edizione, lanciata a novembre 2021, ha visto l’artista e designer multidisciplinare originario di San Pietroburgo, Misha Libertee, realizzare Jaba , opera creata a partire dalla texture di un anfibio tropicale che racchiude un messaggio di impegno sociale, con l’invito a rispettare la natura in tutte le sue manifestazioni. 

L’opera è stata riprodotta sull’etichetta di una preziosa selezione di Amarone Costasera 2003, storica annata da collezione della Cantina Privata Boscaini. Il ricavato della vendita della limited edition  ha finanziato una borsa di studio per un tirocinio nel celebre Berengo Studio a Murano, fucina del vetro artistico di respiro internazionale, frequentata dai più grandi artisti interessati a scoprire i segreti di quest’arte tipicamente veneziana. Libertee ha partecipato in prima persona alla scholarship veneziana, affiancando Irina Deryabina, selezionata per il suo talento di giovane scenografa del teatro Bolshoj di Mosca. 

Misha Libertee

Tigre combatte l’anaconda di Misha Libertee

Nello stage veneziano appena concluso gli artisti hanno realizzato con l’aiuto dei maestri vetrai due opere appunto in vetro di Murano. L’opera di Libertee dal titolo Tigre combatte l’anaconda  riporta alla luce l’antico tema della battaglia. “Ho scelto questo argomento antico ma rivisitandolo in chiave moderna, utilizzando delle figure minimali di animali che combattono tra loro”, spiega l’artista. “L’idea è che entrambe le fazioni hanno le loro ragioni ma non ci sono vincitori nelle battaglie perché alla fine negli scontri tutti perdono”. Un Uomo e una Donna  è l’opera realizzata da Irina Deryabina, ispirata alle Avanguardie russe: una figura maschile e una femminile, stilizzate, comunicano il concetto che uomo e donna sono in realtà simili se visti come esseri umani e che ciò che conta non è la differenza di genere, ma lo spirito e la personalità.