Ai francesi di LVMH il Palazzo della Civiltà Italiana

Il Palazzo della Civiltà Italiana di Roma

«Siamo fieri di questo accordo – ha dichiarato il presidente e amministratore delegato di Fendi, Pietro Beccari – quello dell’Eur è uno dei più bei palazzi del mondo. Fendi rappresenta la tradizione e la modernità e il dialogo tra l’edificio dell’Eur e l’altro seicentesco di largo Goldoni è ideale. Sarà il nostro nuovo quartier generale, dove lavoreranno almeno 400 persone: i mille metri quadrati del piano terra ospiteremo esposizioni dedicate al made in Italy e alla creatività italiana. Dopo il finanziamento del restauro della Fontana di Trevi questa operazione definisce ancor più Fendi come un marchio romano».

Il Palazzo della Civiltà Italiana fu progettato negli anni ‘30 da Giovanni Guerrini, Ernesto Lapadula e Mario Romano, ma l’inizio della costruzione dell’edificio risale al 1938, con i suoi 54 grandi archi per facciata. Inaugurato ancora incompleto nel 1940, fu poi aperto nel dopoguerra. Sulla sommità della facciata la scritta: «Un popolo di poeti di artisti di eroi, di santi di pensatori di scienziati, di navigatori di trasmigratori».