Una vista dall’alto di Maserati

All’incirca alle 18, ora italiana, del 9 gennaio 2013 Giovanni Soldini e il suo equipaggio, a bordo di Maserati, hanno cerimoniosamente attraversato l’equatore, iniziando così a navigare nelle acque dell’emisfero australe. Seguendoli ogni giorno, grazie a news, video e post sui social network, è facile farsi trasportare dall’entusiasmo dei “ragazzi” a bordo. L’umore è sempre buono, fondamentalmente grazie ai numeri: 3.180 le miglia percorse fino al passaggio, con una media di 14,4 nodi di velocità, in 9 giorni e 45 minuti.

Il record da battere è quello di Aquitaine Innovations, anno 1998, skipper Yves Parlier: 57 giorni, 3 ore e 2 minuti.

Al momento Maserati sembrerebbe avanti rispetto ad Aquitaine Innovations, ma le misurazioni del 1998 non potevano contare su strumentazioni tanto precise quanto quelle odierne e per capire i tempi di percorrenza della barca del record dobbiamo affidarci alla media quotidiana di miglia totali/giorni. Quindi, nella simulazione, Aquitaine Innovations risulta avanzare ogni giorno dello stesso numero di miglia, non disponendo di dati giornalieri di quella traversata. Più ci avvicineremo alla meta più anche la simulazione si avvicinerà alla realtà, ma al momento è presto per stabilire chi è effettivamente in testa.

I primi giorni di navigazione di Maserati, dopo aver salpato scenograficamente dal porto della Grande Mela, sono stati caratterizzati da un forte vento favorevole che ha fatto volare lo scafo sulle acque oceaniche e inzuppato l’equipaggio, fino alle cuccette.

Il passaggio nella fascia degli Alisei ha regalato una navigazione al traverso, con una media di 20 nodi. I turni in pozzetto son sempre serrati e nonostante le condizioni del tempo e la vita minimalista di bordo l’equipaggio si sta dimostrando all’altezza dell’impresa, con il giusto spirito d’avventura e l’affiatamento consapevole di essere una grande squadra.

Auguri a Guido Broggi per il compleanno trascorso a bordo e complimenti a Corrado Rossignoli per il suo primo passaggio all’equatore!