Piazza del Campidoglio, dove risiede il Comune di Roma

Mancano ancora due anni, ma le grandi manovre per la candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2024 sono già iniziate. Giovedì 25 giugno sarà una giornata decisiva: per quel giorno è in programma l’Assemblea capitolina nella quale maggioranza e opposizione discuteranno e approveranno la mozione attraverso la quale Roma si candiderà alle Olimpiadi del 2024. “Da settimane le forze politiche stanno condividendo, anche nei dettagli, l'atto consiliare che verrà posto in discussione”, ha spiegato il capogruppo del Pd in Campidoglio, Fabrizio Panecaldo, che ha confermato l’appuntamento di giovedì quando tutti i capigruppo si riuniranno “per verificare e analizzare insieme le proposte e le idee fornite da tutti i consiglieri capitolini”.

OLIMPIADI E MAFIA CAPITALE. All’assegnazione dei Giochi mancano più di due anni – la scelta del Cio avverrà a settembre 2015 – ma gli scandali di Mafia Capitale, così come gli impianti non realizzati in passato, potrebbero influire negativamente sulla decisione finale. Nei giorni scorsi il presidente del Coni Giovanni Malagò ha affermato: "Tutto può incidere in senso positivo, e noi abbiamo molto frecce da giocare, e negativo sulla candidatura. Anche quello che leggiamo in questi giorni non aiuta, però è fondamentale pensare e sperare che tutto si possa circoscrivere: sono situazioni del passato e dobbiamo dimostrare che questi errori non capiteranno più”.