Meno di un mese alla 72esima edizione dell’Open d’Italia di golf. L’edizione di quest’anno – in programma tra il 17 e il 20 settembre (il 16 settembre il Rolex Pro Am) – sarà particolare non solo perché, nell’anno di Expo 2015, si disputerà al Golf Club Milano (non accadeva da 25 anni), ma anche e soprattutto perché con questo torneo la Federazione Italiana Golf si gioca diverse chance per poter ospitare la Ryder Cup del 2022. Il torneo, infatti, si giocherà a pochi giorni dalla decisione della Ryder Cup Europe, che dovrà scegliere la nazione organizzatrice per uno dei tornei più ambiti, dove l’Italia è in corsa per l’assegnazione insieme ad Austria, Germania e Spagna. La Federazione dovrà dare prova della propria efficienza organizzativa.

MONTEPREMI DA 1,5 MILIONI. Per settembre saranno portati a compimento i lavori di preparazione del campo – compreso il rifacimento del green della buca 10 – situato all’interno del Parco di Monza, a pochi passi dall’Autodromo: 685 ettari di bosco contenente circa 100.000 piante di essenze diverse, un tracciato che si incunea tra gli alberi che delineano i contorni delle buche imponendo ai giocatori una grandissima precisione nell’eseguire i colpi. Il torneo si dipanerà sulla distanza di 72 buche. Il taglio dopo 36 promuoverà agli ultimi due giri i primi 65 classificati dei 156 partenti, i pari merito al 65° posto e i dilettanti che rientreranno nel punteggio di ammissione. Il montepremi è di 1.500.000 euro con prima moneta di 250 mila. L’ingresso per il pubblico sarà gratuito nei giorni di gara, in quelli di prova campo e della Rolex Pro Am e negli “Special Events”.

I CAMPIONI IN GARA. All’Open d’Italia 2015 ci saranno sei giocatori tra i primi 50 del World Ranking, e altri 11 entro i cento, quattro major champions, (Martin Kaymer, Padraig Harrington, Darren Clarke, capitano del team europeo di Ryder Cup, e Y.E. Yang) e oltre 70 vincitori di gare sull’European Tour. Oltre ai già citati major champions, sarà rivolta grande attenzione all’italiano Francesco Molinari, ultimo vincitore italiano dell’Open (Castello di Tolcinasco 2006). La partecipazione italiana sarà piuttosto numerosa e, oltre a Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Marco Crespi, Renato Paratore, Andrea Pavan e Alessandro Tadini (tutti nell’European Tour) il torneo sarà un’occasione anche per Lorenzo Gagli, Nino Bertasio, Alessio Bruschi, Andrea Maestroni, Enrico Di Nitto, Andrea Perrino, Joon Kim, Federico Maccario, Massimo Florioli e Lorenzo Maggini.