Paul Casey © Getty Images

Paul Casey

Paul Casey si aggiudica il The Irish Open 2013 con lo score di 274 colpi, quattordici sotto il par, davanti al connazionale Robert Rock e all'olandese Joost Luiten, secondi con 277 colpi. Il trentacinquenne inglese vive in Arizona, negli Stati Uniti, e viene da un lungo periodo di infortuni che lo hanno fatto uscire dalle classifiche mondiali del golf. Paul Casey è professionista dal 2000 e in carriera ha vinto 12 tornei dell'European Tour tra i quali il BMW PGA Championship e l'Abu Dhabi Golf Championship (2009) , la sua ultima vittoria era stata nel 2011 al Volvo Golf Champions, poi un incidente in montagna lo aveva obbligato a sottoporsi a un operazione chirurgica per la rottura della clavicola, seguita da lunghissime sedute di fisioterapia e allenamenti infiniti per recuperare la funzionalità della spalla.

La classifica del The Irish Open 2013 continua con il quarto posto dello spagnolo Pablo Larrazabal, 279 colpi, nove sotto il par, e al quinto posto c'è il primo irlandese, Shane Lowry con 280 colpi. Con lo stesso score, 280 colpi, il nordirlandese Gareth Shaw e tre spagnoli: Rafael Cabrera Bello, Josè Maria Olazabal e Alvaro Quiros. Al decimo posto un altro irlandese, Peter Lawrie con 281 colpi.

Francesco Molinari ha terminato il The Irish Open 2013 in trentaduesima posizione di classifica, 286 colpi, due sotto il par. I punteggi parziali di Francesco Molinari sono stati 73, 67, 76 e 70. Purtroppo il giro in 73 della prima giornata, ma soprattutto il terzo giro in 76 colpi hanno pregiudicato la posizione in classifica di Francesco Mollinari. Gli altri italiani erano stati eliminati al taglio al par del campo. Alessandro Tadini +1, Lorenzo Gagli +1 e Matteo Delpodio +3. Profonda delusione degli appassionati irlandesi che non hanno potuto vedere nelle due giornate finali i due campioni tanto attesi Rory McIlroy e Graeme McDowell che sono stati eliminati al taglio.