«Sono qui per finire il lavoro». Fernando Alonso torna in McLaren con lo spirito combattivo un po' appannato nella prima infelice esperienza del 2007 per la rivalità tutta interna con Lewis Hamilton. Svelato anche il giallo del secondo pilota che sarà Jenson Button (34 anni) che ha bruciato allo sprint l'ex compagno Magnussen accontentandosi della metà dell'ingaggio precedente (7,5 milioni di euro)

Dopo cinque anni in Ferrari, il 33enne Alonso è stato voluto fortemente dalla Honda che dal Mondiale 2015 tornerà a fornire i motori ala McLaren: per lui contratto da 32 milioni di euro a stagione per due anni, con la possibilità di lasciare a fine 2015 in caso di prestazioni deludenti.

«Abbiamo tempo, abbiamo speranza e abbiamo le risorse necessarie: tornare leggenda è la nostra sfida», le prime prime parole di Fernando Alonso «Non ho mai nascosto la mia profonda ammirazione per Ayrton Senna, il mio pilota preferito, il mio idolo in pista, il mio punto di riferimento. Ricordo ancora il suo poster nel mio armadio, le macchinine che avevo da bambino e di come sognavo di emulare un giorno Ayrton. Il mio primo kart aveva la stessa livrea della McLaren-Honda di Senna, lo stesso connubio a cui ora sono onorato di unirmi per prendere parte al prossimo Mondiale di Formula Uno. Mi unisco a questo progetto con enorme entusiasmo e determinazione, sapendo che potrebbe volerci del tempo per ottenere i risultati a cui aspiriamo ma non è un problema per me».