BusinessPeople

Peugeot Fractal: tra musica e stampa 3D

Peugeot Fractal: tra musica e stampa 3D Torna a Suv über alles
Giovedì, 29 Ottobre 2015

Più dell’80% delle superfici dell’abitacolo sono realizzate con una stampante 3D, come dire che domani potrete rifare un pezzo direttamente a Casa. E due motori elettrici le danno in dote 204 cavalli, con un’autonomia nel misto di 450 km. Ma la Peugeot Fractal, il prototipo più ammirato a Francoforte, ha un’altra miriade di frecce al suo arco, a cominciare da un design tanto lucidamente pazzo da aver fatto fioccare prenotazioni a scatola chiusa. «È bianca in omaggio all’eleganza con quel tocco di nero che la rende brutale», minimizza il designer degli esterni Sébastien Criquet.

Ma, per una volta, il vero ritratto dell’auto va chiesto a un sound designer, nella fattispecie ad Amon Tobin, musicista e disc jockey brasiliano. Che ci azzecca? Molto, dato che la Fractal è una sound machine che si attiva dall’Apple Watch e ha più diffusori acustici di una discoteca di medie dimensioni. Sono, per la precisione, 15 variamente dedicati ai toni bassi, medi e alti, e oltre a dare colonne sonore da urlo in viaggio sono in grado di rendere unica l’esperienza di guida.

La voce del navigatore, per esempio, si sposta a seconda della direzione da prendere e pare avvicinarsi alle orecchie del guidatore man mano che si approssima a una svolta o a una rotonda. In più si può tarare il rumore del motore sia all’interno sia all’esterno e passare in un batter d’occhio dall’immagine del tranquillo businessman a quella dello smanettone incallito… E se la carrozzeria vi sembra troppo ardita, rassegnatevi: non è lei a essere cattiva, è che l’hanno disegnata così gli algoritmi, liberi di scatenare la loro matematica fantasia grazie alle dimensioni lillipuziane dell’elettro-motore.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media