BusinessPeople

Infiniti Q30: un cocktail di creatività

Infiniti Q30: un cocktail di creatività Torna a Suv über alles
Giovedì, 29 Ottobre 2015

Intervista ad Alfonso Albaisa, Executive Design Director di Infiniti

Nel mercato automobilistico di oggi ha ancora senso parlare di berline?
Secondo Alfonso Albaisa la risposta è sì, a patto di interpretare il concetto con il filtro della creatività, com’è avvenuto per la Q30, proposta dal marchio di casa Nissan.

Come definirebbe la vostra nuova creatura?
Un cocktail i cui ingredienti sono per un terzo crossover, un terzo coupé e un 33% periodico, appunto, berlina. Per chi ha le tempie grigie è una bizzarria… La Q30 è stata pensata per un pubblico giovane e anticonformista. Ma potranno apprezzarla anche i tradizionalisti: tutto è studiato per far sentire sicuro chi è a bordo.

Quali sono i punti di forza dal punto di vista dello stile?
La Q30 si distingue soprattutto per le spalle molto robuste, e per il singolare taglio rovesciato del montante di coda, che va quasi a formare una freccia rivolta in avanti. Ancora una volta un mix, che stavolta è basato su un approccio emozionale da un lato e sulle doti dinamiche dall’altro.

E gli interni? Quali sono le innovazioni più significative?
Sicuramente la strumentazione a più livelli, poi i forti contrasti negli accostamenti di materiali come pelle e ceramica.

Quali sono le previsioni di vendita in Europa?
Johan de Nysschen, presidente di Infiniti Motor, ha detto: «Inutile girarci attorno, siamo degli outsider e l’unica maniera per farci spazio è stupire, proporre formule e contenuti differenti rispetto alle marche che spadroneggiano nel Vecchio continente, tedesche in testa». Condivido, credo che abbiamo colto nel segno e spero in un big bang.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media