BusinessPeople

Se l'auto è volante

Se l'auto è volante Torna a Supercar auto astronavi quattro ruote
Mercoledì, 23 Ottobre 2019

 

Roberto-Patti-Torino-Design

Per RobertoPiatti aver partecipato con la sua TorinoDesign al progetto AeroMobil per la realizzazione di un’auto volante è un fiore all’occhiello. «Chi non ha mai sognato di alzarsi in volo mentre si freme in un ingorgo?», dice. «Ovviamente i costi sono quelli di un “giocattolo” di lusso, ma non così elevati se si pensa a quanto costa una ipercar sportiva...».

Quali sono le principali difficoltà nel disegnare un mezzo che viaggia sia su strada sia in cielo?
La postazione di guida deve essere reversibile, su strada si guida come in una normale automobile mentre in aria il volante diventa cloche, i pedali cambiano funzione e gli strumenti si convertono in modalità aereo. Inoltre, il peso era un punto fondamentale ed è stato contenuto in soli 960 kg.

L’azienda con la quale collabora ha sede nella Repubblica Slovacca. Ci sono le competenze per un’iniziativa tanto innovativa?
La Slovacchia ha un grande background nell’ingegneria automobilistica e aeronautica. Recentemente, poi, una politica fiscale favorevole ha fatto sì che anche grandi case automobilistiche abbiano investito là costruendo stabilimenti all’avanguardia.

Come si effettuano decollo e atterraggio?
Il veicolo decolla e atterra come un normale aereo, da piste in erba anche private, se si rispettano le leggi locali del traffico aereo.

Quand’è che l’AeroMobil potrebbe arrivare sul mercato?
AeroMobil sta ora lavorando sulle fasi di industrializzazione del progetto e raccogliendo ordini con l’obiettivo di consegnare i primi veicoli verso la fine del 2021 e l’inizio del 2022.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media