Ferrari 458 Spider

Il Cavallino sceglie l’ormai prossimo Salone di Francoforte (15-25 settembre) per il debutto dell’inedita Ferrari 458 Spider, la prima berlinetta posteriore-centrale al mondo dotata di una capote rigida. Simile alla 458 Italia, con la quale condivide i contenuti tecnologici, la nuova Testa Rossa di Maranello è dotata di un motore V8 a iniezione diretta da 570 Cv - vincitore del premio International Engine of the Year 2011 – e di un sistema di trasmissione costituito dal cambio F1 doppia frizione a 7 marce con comandi al volante. La vera novità, come già accennato, è però il tetto rigido ripiegabile e totalmente in alluminio (anziché di tela) che consente un risparmio di peso di 25 chili e un tempo di apertura (o chiusura) di soli 14 secondi. L’hard top, perfettamente integrato nel design della vettura, è progettato per essere ripiegato anteriormente al vano motore riducendo lo spazio richiesto per l’alloggiamento e consentendo anche la presenza di una comoda panchetta porta bagagli dietro i due sedili (il tutto senza trascurare l’aerodinamica). Scheda tecnica
Per il massimo confort di marcia con tetto aperto la 458 Spider è dotata di un wind stop in vetro, regolabile elettronicamente in altezza, che – assicura Maranello – permette una normale conversazione a 200 km/h. Le nuove soluzioni tecniche adottate per il telaio assicurano lo stesso livello di rigidità strutturale indipendentemente dalla configurazione di marcia aperta o chiusa. Il risultato è una vettura capace di offrire emozioni di guida uniche conciliando prestazioni squisitamente Ferrari e piacere di guida all’aria aperta.

Ferrari 458 Spider, la photogallery