BusinessPeople

Auto plug-in: intervista a Salvatore Nanni, direttore marketing di Bmw Italia

Auto plug-in: intervista a Salvatore Nanni, direttore marketing di Bmw Italia Torna a Plug-in: il futuro delle auto elettriche
Lunedì, 26 Settembre 2016


Salvatore Nanni, direttore marketing di Bmw Italia, conferma che la casa tedesca nelle ibride plug-in ci crede davvero. «Oggi abbiamo in listino quattro vetture di questo tipo in altrettante differenti fasce di mercato», dice, «dalla Serie 2 Active Tourer fino all’ammiraglia Serie 7, ma presto tutti i modelli avranno una versione con ricarica alla presa di corrente».

C’è chi sostiene che la corsa alle plug-in è solo un modo per abbattere le emissioni di CO2 che nel 2019 dovranno avere un valore medio tra tutte le auto vendute da una stessa marca non più alto di 95 g/km, pena pesanti sanzioni. Non è un modo surrettizio per trasferire sugli automobilisti gran parte del costo di questa politica?
Non nel nostro caso. Nei listini Bmw, per esempio, la 225i a benzina costa al cliente più della 225xe ibrida plug-in con lo stesso livello di potenza, ma con il vantaggio che quest’ultima è anche a trazione integrale.

Chi compra una vettura ibrida plug-in e ha un box nel condominio collegato al contatore delle parti comuni (scale, ingresso ecc.) fa il pieno di watt a spese altrui. Che cosa dovrebbe fare per evitarlo?
«Rivolgendosi al proprio fornitore di energia elettrica c’è la possibilità di installare una rete separata e maggiorata con un proprio contatore. Inoltre è possibile acquistare una Bmw i Wallbox, che permette di collegare direttamente la vettura al rientro a casa, senza svolgere il cavo in dotazione alla vettura».

Alcune ibride plug-in come la vostra 225 Xe hanno serbatoi piccoli, anche da 35 litri. Così in un viaggio lungo l’autonomia è molto limitata…
Con serbatoio e batterie pieni, una vettura ibrida plug-in ha un’autonomia solo leggermente inferiore a quella di un’auto tradizionale. A titolo di esempio, la Bmw 225xe Active Tourer ha un’autonomia superiore ai 500 chilometri in modalità combinata.

Come miglioreranno nei prossimi anni queste vetture?
Avranno batterie sempre più efficienti. Per esempio, da settembre le Bmw i3 saranno disponibili anche con batterie da 94Ah, che pur occupando il medesimo spazio a bordo garantiscono autonomie incrementate del 50% rispetto al modello da 60Ah.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media