Uno dei cambiamenti più epocali nella storia del codice della strada è sicuramente l'introduzione della patente a punti. Viene introdotta nell'estate 2003 e viene concepita per contenere le infrazioni gravi e ridurre al minimo il numero di vittime sulla strada. Ogni patente ha una dotazione iniziale di 20 crediti, che, se non si compiono infrazioni, ogni 2 anni otterranno un bonus di 2 punti, fino ad arrivare a un massimo di 30 punti. Ci sono però alcune "postille" che ancora dopo 12 anni non sono sufficientemente chiare. Scopriamole insieme.

Si possono accertare all'interno di un verbale più sanzioni? Se si tratta di violazioni lievi si, basta che nessuna di questa preveda da sola la sospensione o la revoca della patente stessa. I singoli punteggi si sommano, ma la decurtazione totale non potrà superare i 15 punti. Se invece vengono rilevate più infrazioni, delle quali almeno una comporta la sospensione o la revoca della patente, verrà decurtato il punteggio risultante con possibilità di perdita totale di punteggio.

La perdita di punteggio come viene annotata? Nel qual caso si venisse fermati da polizia locale, carabinieri o polizia stradale, e si incappasse in qualche infrazione, la comunicazione della decurtazione dei punti verrà constatata immediatamente. Successivamente verrà comunicata all'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida che a sua volta provvederà a inserire la decurtazione nel sistema informatico e a trasmettere alla residenza dell'interessato la comunicazione della decurtazione. Nel qual caso invece dovesse avvenire quando non siamo presenti, all'interno del verbale verrà segnalata anche la decurtazione dei punti.

Se invece la contestazione fosse differita? con multa a casa del proprietario del mezzo, sarà questi a indicare alla polizia, entro 60 giorni dalla notifica, il nome del guidatore cui tagliare i punti. In alternativa, potrà pagare una multa supplementare di 284 euro, e nessuno subirà sottrazione di punti all'interno della propria patente.

Esiste un modo per conoscere il saldo punti? Si esiste. Bisogna chiamare da rete fissa il numero telefonico 848 782782. Vi verranno chiesti da una segreteria telefonica delle informazioni base come: data di nascita e numero della patente e, successivamente, vi informerà di quanti punti avete in tempo reale.

Come si fa ad acquisire punti? due solo le opportunità. La prima e più semplice è che potete attendere, senza commettere altre infrazioni che comportino la perdita di punti, e dopo 2 anni si riotterrà automaticamente il punteggio iniziale di 20 punti. Oppure potete frequentare un corso in autoscuola (a pagamento, con tariffe che variano molto), dopo aver ricevuto la lettera di comunicazione della decurtazione punti: permette il recupero di 6 punti per i titolari di patente B per l’auto. Nel caso di perdita totale di punteggio, il conducente potrà comunque circolare, ma a suo carico verrà disposta la revisione della patente. Questo comporta il doversi sottoporre, entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento, a un nuovo esame di teoria e di guida. Qui siete a un bivio. Se passate l’esame, la patente è ricaricata dei 20 punti iniziali. Se non viene superato, la patente viene revocata. E comunque, se il titolare, entro i 30 giorni, non si sottopone all'esame di revisione, la patente viene sospesa a tempo indeterminato dalla Motorizzazione e ritirata dagli organi di polizia.