Golfo di Napoli © oRi0n

Un'immagine del Golfo di Napoli

I catamarani da 22 metri dell’America’s Cup fanno rotta verso Napoli. Dopo Venezia, un’altra città italiana avrà quindi l’onore di ospitare le World Series della Coppa America; si tratta di una grande occasione per Napoli, un piano di rilancio non solo d’immagine ma anche economico. I protagonisti America’s Cup World Series, una sorta di campionato di selezione annuale per la regata più antica al mondo si daranno battaglia sotto il Vesuvio nell’aprile 2012 e nel maggio 2013 (in particolare dal 7 al 15 aprile 2012 e dall’11 al 19 maggio 2013).
Il Villaggio Regate sarà a Bagnoli, un quartiere a ovest di Napoli che è interessato da un importante piano di rilancio e, sotto tale ottica, gli organizzatori sono convinti che la manifestazione possa contribuire ad accelerare questo processo. “Napoli vuole rinnovare la sua immagine – ha spiegato Paolo Graziano, presidente dell’Unione Industriali di Napoli e amministratore unico di America’s Cup Napoli – Per farlo bisogna fissare target elevati e l’America’s Cup World Series rappresenta l’occasione perfetta. I due eventi che abbiamo deciso di ospitare porteranno risorse in città e metteranno Napoli sotto i riflettori dei media internazionali”.
A curare l’organizzazione degli eventi sarà un consorzio composto dalle autorità locali, comprendente la Regione Campania, la Provincia, la città e l’Unione degli Industriali di Napoli. L’evento in programma tra l’11 e il 19 maggio 2013 è attualmente considerato come l’atto finale dell’AC World Series. Dopo la sua conclusione, infatti, i team voleranno a San Francisco per la Louis Vuitton Cup e le finali dell’America’s Cup. Ciò significa che i campioni del circuito 2012-2013 saranno incoronati proprio nella città partenopea.