A volte grazie al mondo del cinema sono stati creati dei veri e propri capolavori a quattro ruote, a volte grazie al cinema o alla televisione sono state "lanciate" auto che in futuro sono addirittura diventate "di moda" e in alcuni casi hanno addirittura fatto la storia. Forse nella storia ci entrerà anche lei, ma sicuramente non per essere l'auto più bella del mondo, anzi. La protagonista a quattro ruote della pellicola 'Vacation', verrà ricordata per la sua estrema bruttezza. Si chiama Tartan Prancer e le sue forme si devono alla fantasia dei produttori del film 'Vacation', una commedia comica datata 1983. La vettura veniva ridefinita "la Honda dell'Albania", non di certo per fare un complimento o perché assomigliasse, anche vagamente, a nessuna vettura del Marchio giapponese. Difficile era già comprendere quale fosse il frontale e invece la parte posteriore. La Tartan Prancer si presentava con un color "puffo" molto discutibile ed aveva uno stemma nella parte frontale ancor meno comprensibile. Il marchio come la vettura erano totalmente inventati, ma non è neanche facile intuire da che cosa potesse derivare o da che cosa possano aver preso spunto. Infine, la Prancer ha degli accessori alquanto bizzarri, come dei porta bicchieri esterni alla carrozzeria, una fontanella interna per bere, una radio CB, due posaceneri di metallo nel cruscotto e il volante staccabile, oltre a una coppia di specchietti retrovisori montati contromano, così da poter controllare la parte posteriore dell'acconciatura sporgendosi dal finestrino.