BITC’s Responsible Business Awards

Un immagine scattata nel corso del BITC Responsible Business Awards di Londra

In meno di tre anni ha creato 9 mila posti di lavoro, ha ridotto le emissioni di Co₂ all’interno dei propri stabilimenti e dei propri veicoli e ha compensato 5 milioni di tonnellate di anidride carbonica finanziando 50 progetti di sviluppo sostenibile, con un impatto positivo sulla vita di oltre 1,2 milioni di persone. Con queste motivazioni la giuria dell’organizzazione Business in the Community (BITC) – un’influente charity britannica a cui fa capo Carlo, principe del Galles e futuro erede al trono d’Inghilterra – ha premiato Jaguar Land Rover con il premio Impresa Responsabile dell’Anno (Responsible Business of the Year ). “E’ la prima volta che la casa automobilistica, spiegano gli organizzatori, ha vinto questo prestigioso premio. A oggi Jaguar Land Rover ha investito 2,75 miliardi di sterline in nuove tecnologie per offrire prodotti più sostenibili, ha ridotto del 21% il consumo energetico delle proprie auto, del 37% la produzione di rifiuti e del 10% l’utilizzo d’acqua, permettendo inoltre a 2 milioni di giovani di migliorare le proprie abilità. “Questa azienda – ha commentato Stephen Howard, chief executive di BITC – incarna alla perfezione la caratteristica reciprocità dell’impresa responsabile: l’idea che trasformando le proprie attività è possibile trasformare le comunità. E’ un esempio al quale ispirarsi, di una grande casa costruttrice che abbina responsabilità e ritorno economico”.
Premiata in occasione di una serata di gala a Londra, insieme alla società di costruzioni Lakehouse, a cui vai il riconoscimento per le piccole e medie imprese, Jaguar Land Rover ha ricevuto anche l’Education Award , che viene conferito alle aziende che realizzano partnership sostenibili con le scuole, sostenendo le aspirazioni dei giovani e permettendo loro di raggiungere il successo in campo professionale.