Stella Maris

La regina del Salone. Si chiama Stella Maris ed è il più grande motoryacht costruito a Viareggio dopo il Nabila di Adnan Kashoggi dei primi anni ’80. Su di esso sventolerà la bandiera di ammiraglia del Salone nautico 2012. E’ lungo 72,10 metri, 12,60 la larghezza, 2.270 le tonnellate di dislocament; per vederlo dovete affrettarvi: si fermerà al Salone fino a metà settimana.

Si aprirà con una novità storica il 52esimo Salone nautico di Genova (in programma da sabato 6, ore 18.30) a domenica 14 ottobre): per la prima volta in 52 anni gli imprenditori della nautica non parteciperanno alla cerimonia di inaugurazione. Un gesto simbolico per manifestare la silenziosa protesta di un’industria che, spiegano gli stessi imprenditori, chiede solo di poter continuare a lavorare al servizio del sistema economico del Paese. “Lo stato del comparto è noto”, ha spiegato in occasione della conferenza stampa di presentazione del Salone, il presidente di Ucina, Anton Francesco Albertoni. “Abbiamo un export che tiene a fronte di un mercato nazionale crollato di oltre l’80%. Non è dunque la crisi economica che fa chiudere le nostre aziende, ma sono le storture tipiche del nostro Paese”. I dettagli sui numeri del comparto saranno resi noti in occasione del convegno ‘La Nautica in cifre’ (I convegni in programma).
Fortunatamente per gli organizzatori, nel complesso il comparto sembra reggere. Lo testimoniano i numeri del Salone nautico: 900 espositori (il doppio del Salone di Cannes) e 1.400 barche esposte su una superficie complessiva di 200 mila metri quadrati.
“Credo che questa edizione segni un vero e proprio cambio di passo”, ha ammesso il presidente di Fiera di Genova, Sara Armella. “Abbiamo lavorato molto, sia per rispondere al meglio alle richieste che ci son venute dagli espositori che per arricchire e migliorare l’offerta per i visitatori. Ai primi – ha spiegato Armella – abbiamo dedicato servizi ad hoc indirizzati soprattutto a una maggiore apertura verso i mercati esteri, lavorando in partnership con Liguria International anche in occasione delle presentazioni fatte a Mosca e Dubai a luglio e a settembre. Per i visitatori invece gli sforzi sono stati indirizzati soprattutto a diffondere e promuovere quella ‘cultura del mare’ di cui siamo alfieri come organizzatori della manifestazione regina del settore”. Il layout del Salone
Per le aziende, italiane e straniere, la settimana di Genova sarà una piattaforma utile per il rafforzamento del rapporto con operatori e pubblico; per i visitatori il Salone non offrirà solo la possibilità di conoscere le ultime novità dall’industria nautica, ma anche un’occasione di svago attraverso le numerose iniziative collaterali. “Con Genova in Blu abbiamo voluto fare un ulteriore salto di qualità, creando per i nostri ospiti, ogni sera, a partire da domenica 7, occasioni di intrattenimento e di incontro in città all’insegna di musica, arte e shopping”, ha affermato Paolo Odone, presidente della Camera di Commercio di Genova. “Mi piace sottolineare il contributo fondamentale che i commercianti, attraverso i Civ (centri integrati di via), hanno dato alla realizzazione del programma, grazie alla regia del Comune e delle associazioni di categoria”.

LE NOVITÀ DAL SALONE - YACHT ECOCOMPATIBILI? SI PUO'

SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE DI GENOVA – 52/a EDIZIONE
6/14 ottobre 2012
Orari
Il Salone sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18.30. Apertura serale in programma il primo sabato, 6 ottobre, fino alle 22.30 con uno speciale programma di intrattenimento per il pubblico.
Biglietto
Il biglietto d’ingresso costa 15 euro, 13 il ridotto. Novità 2012 sarà l’ ingresso gratuito, in tutti i nove giorni di manifestazione, per i ragazzi nati a partire dall’1 gennaio ‘98, se accompagnati.
Info: www.genoaboatshow.com