Tagliare i posti di lavoro per aumentare i profitti. Una vecchia abitudine che sembra tornare nei piani di Ford, almeno secondo le indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal. La casa automobilistica, infatti, sarebbe pensando di tagliare 20 mila dipendenti, il 10% della forza lavoro complessiva, per aumentare i profitti e far così lievitare il valore delle azioni in Borsa. Ford è stata infatti appena sorpassata da Tesla come capitalizzazione.

LEGGI ANCHE:Licenziare, si può fare

Il piano complessivo dell'amministratore delegato, Mark Field, punta alla riduzione dei costi complessiva nel corso di quest'anno per 3 miliardi di dollari dopo il calo del 7,2% delle vendite ad aprile 2017 rispetto all'anno precedente. «Rimaniamo concentrati su tre priorità strategiche che creeranno valore e genereranno una crescita degli utili", è la risposta di Ford. «Ridurre i costi e diventare il più possibile efficiente ed agile fa parte di questo lavoro».