Lo scandalo che ha travolto la Volkswagen è costato il posto al Ceo della filiale americana della casa automobilistica: si è dimesso Micheal Horn, che la guidava dal 2014.

DIESELGATE. Il cosiddetto Dieselgate scoppiò nei mesi scorsi quando si smascherò l’inganno di Volkswagen , che truccò i motori delle sue auto diesel in modo da ridurre le esalazioni nei test da fermo; peccato che, su strada, le vetture producessero emissioni di 40 volte superiori ai limiti di legge.

HORN LASCIA. Michael Horn fu colui che presenziò il processo a Volkswagen dell’autunno 2015, prendendosi la responsabilità di chiedere scusa ai consumatori da parte dell’azienda; ora ha deciso di lasciare il gruppo di mutuo accordo, al fine di «perseguire altre opportunità concrete immediatamente», come comunicato da VW . Al suo posto arriverà Hinrich J. Woebcken, ex manager Bmw.