DS è un marchio nuovo ma dalla storia lunga e importante. Sessant'anni di auto, sempre in collaborazione con Citroën. Da poche settimane è diventato un vero e proprio brand, che vive di vita propria, volutamente nato per creare modelli più più eleganti e raffinati. Il battesimo di DS è avvenuto a Parigi, nell'incantevole cornice dei giardini della Tuileries.

In Europa la neonata gamma DS si arricchirà a breve di quattro versioni speciali della DS3, berlina e Cabrio, della DS4 e della DS5. Tutte denominate 1955, in onore all’anno di nascita dello “Squalo” (la prima auto a marchio Ds) e tutte caratterizzate dalla tinta di carrozzeria blu scuro e da dettagli lussuosi come il design diamantato dei cerchi in lega. Ma la vera novità è legata all’introduzione di nuovi modelli, in arrivo da qui al 2020. "Saranno sei, il primo nel 2018. L’obiettivo è raggiungere il 10% dei volumi di tutto il colosso Peugeot-Citroën”, ha affermato Yves Bonnefont, numero uno di DS. Tra questi sei sicuramente verrà prodotto un Suv e una coupé. Non ci resta che aspettare fiduciosi.