BusinessPeople

Conosci il tuo mezzo

Conosci il tuo mezzo Torna a Auto, i corsi di guida sicura? Sono un benefit
Venerdì, 28 Agosto 2015

Intervista ad AGOSTINO CASTAGNARO, direttore della Driving Academy di Amg

Se avete sempre sognato di impugnare il volante di una supercar come una Amg, segnate in agenda la data dell’1 ottobre, prossimo appuntamento con la Driving Academy della casa tedesca. L’indirizzo è quello dell’Autodromo di Modena, dove si potranno cercare le traiettorie ideali in curva, simulare frenate al limite, evitare ostacoli improvvisi e capire una volta per tutte la differenza che passa tra un sottosterzo e un sovrasterzo. «Il piacere di guidare vetture come la Sls Roadster, la Slk o la Cls 63 è inimitabile», dice Agostino Castagnaro, d.g. di questo master, «un’esperienza per pochi che qui tutti possono vivere in piena sicurezza».

In percentuale, quanto migliorano i guidatori dopo il corso sotto il profilo della capacità di affrontare in sicurezza il traffico di tutti i giorni?
Dopo un corso di guida professionale gli ospiti imparano sicuramente a riconoscere i propri limiti e a prevedere situazioni critiche. Bisogna tenere presente che la cosa più importante è capire che una macchina si guida soprattutto con lo sguardo.

Piedi e mani, allora, sono inutili…
No, naturalmente, ma è il cervello a farci compiere le operazioni manuali. In ogni caso, è fondamentale guardare sempre il più possibile in avanti: in autostrada, per esempio, è fondamentale per prevenire i tamponamenti. Oppure guardano le luci d’ingombro di un camion riesci a capire in quale carreggiata si trova e che tipo di curva sta percorrendo...

E se l’insidia sbuca all’improvviso?
Se un animale o qualsiasi altra cosa si materializza a un metro da noi non c’è scuola che tenga. Meglio quindi concentrarsi su quello che abbiamo di fronte.

Chi guida per mestiere che cosa impara al volante delle vostre Amg?
Può sembrare paradossale, ma la maggior parte delle persone non conosce neanche la tipologia di mezzo che guida. Mi spiego meglio: molti non sanno spiegare la differenza di comportamento di una trazione anteriore rispetto a una posteriore o a un’integrale. È decisamente imbarazzante e il nostro intento è quello di insegnare come vanno gestite le situazioni di pericolo a seconda del mezzo che si guida.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media