Una limited edition per i 170 anni delle Distillerie Branca. È questa l’ultima novità della storica azienda milanese che per Natale porterà sul mercato un’edizione speciale della bevanda che più la rappresenta nel mondo, il Fernet-Branca, nato nel 1845 dalla mano del fondatore Bernardino Branca e che ancora oggi viene prodotto con la formula segreta, tramandata di padre in figlio, che si basa su un mix di ben 27 erbe.

INNOVAZIONE E TRADIZIONE. La nuova veste con cui Fernet-Branca si propone al pubblico per il periodo natalizio – tre confezioni in tre colori diversi, allo stesso prezzo della bottiglia classica – incarna il motto che da sempre accompagna Branca, “Novare Serbando” . Un’espressione che indica la volontà dell’azienda milanese di coniugare qualità e rispetto della tradizione con rinnovamento e costante tensione verso il futuro. La graficadelle confezioni nasce dal rispetto della tradizione figurativa di Branca, da sempre pioniera nell’ambito della comunicazione e pubblicità, ispirandosi al manifesto pubblicitario Fernet-Branca degli anni ‘20 firmato dall'agenzia Maga di Parigi: l’irriverente coccodrillo che dopo una grande abbuffata, invece di piangere, sorride felice brandendo nella zampa destra una bottiglia del Fernet che è riuscito a farlo digerire, sottraendolo al senso di colpa, le leggendarie “lacrime di coccodrillo”. Il progetto grafico, ricco di richiami alla storia e citazioni, si deve a Jemm The Creative Company. L’immagine tradizionale del coccodrillo è stata rinnovata attraverso un’allegra dissacrazione: l’animale appare elegantissimo nel suo papillon di seta nera e assai più sornione che nel manifesto storico, mentre la sua pancia è stata riempita con piccoli disegni naïf di buon cibo italiano, in trend con l’Expo milanese appena concluso. Sulla bottiglia poi fanno da contorno richiami a claim storici del brand.