Per la seconda volta negli ultimi tre anni è il Bar Colzani di Cassago, in provincia di Lecco, il miglior bar d’Italia. A incoronare il locale gestito dai giovani fratelli Andrea e Marco Colzani (cinquantotto anni in due) il Gambero Rosso che lo ha eletto (insieme a illy) primo tra i primi, ovvero Miglior bar tra quelli che compaiono nella guida Bar d’Italia 2012 con il massimo riconoscimento: “tre chicchi e tre tazzine”. Se i chicchi si riferiscono alla qualità del caffè inteso come bevanda, a seconda del grado di bontà vengono assegnati uno, due o tre chicchi; le tazzine, da una a tre, sintetizzano il giudizio complessivo sul locale che tiene conto dell’offerta, del servizio, dell’ambiente e dell’igiene. Oltre al Bar Colzani al vertice della guida Bar d’Italia 2012, la prima ed unica guida, giunta alla dodicesima edizione, che dà i voti ai bar, altri 29 locali. C’è chi, come il Canterino/Ferrua di Biella si produce il latte; chi come la Nuova pasticceria Lady si San Secondo Parmense seleziona i fornitori uno ad uno e ne indica nomi e cognomi in nome di un’assoluta trasparenza; chi come Tuttobene di Campi Bisenzio mette su un orticello all’ingresso del locale per spiegare ai bambini che i pomodori non nascono al supermercato e c’è chi come il Caffè Sicilia di Noto fa chilometri per trovare la ricotta giusta per farcire i cannoli. Insomma anche i bar, come i ristoranti, dopo anni passati a giocare su location ad effetto, hanno capito che si vince solo puntando sulla qualità. È sempre il buono che vince. I 30 locali premiati rappresentano la punta di diamante ma gli ottimi indirizzi sono moltissimi. Basti pensare ai bar a un passo dall’eccellenza: tre tazzine e due chicchi (94 locali) e due tazzine e tre chicchi (58 locali). In tutto la guida recensisce 1700 indirizzi in tutta Italia. Una vera e propria cartina dei bar di qualità che vede in testa il Piemonte con 8 locali premiati, segue la Lombardia (5 locali premiati), poi Sicilia (4 locali sul podio). È quindi la volta di Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana e Lazio con 2 locali al vertice. Un locale di eccellenza ciascuno per Liguria, Abruzzo e Puglia.

Tra le chicche anche il premio aperitivo dell’anno: un premio speciale assegnato da Sanbittèr&Gambero Rosso al bar che presenta la formula aperitivo più originale e divertente: vincitore per l’edizione 2012 è il Bar Lanzani di Brescia.

I Bar premiati con tre chicchi e tre tazzine

300mila Lounge (Lecce) Cristalli di Zucchero (Roma)  
Atrium bar dell'Hotel Four Seasons (Firenze) Cuba Relais Chocolat (Cuneo)  
Bar Dandolo dell'Hotel Danieli (Venezia) Di Pasquale (Ragusa)  
Bar Via delle Torri (Trieste) Irrera (Messina)  
Baratti&Milano (Torino) Nuova Pasticceria Lady (San Secondo Parmense)  
Bastianello (Milano) Murena Suite (Genova)  
Biasetto (Padova) Neuv Caval'd Brons (Torino)  
Caffè Mulassano (Torino) Sirani (Bagnolo Mella)  
Caffè Platti (Torino) Spinnato Antico Caffè (Palermo)  
Caffè Sicilia (Noto) Staccoli Caffè (Cattolica)  
Caffetteria Torinese (Palmanova) Stravinskij Bar dell'Hotel De Russie (Roma)  
Canterino/Ferrua (Biella) Strumia (Sommariva del Bosco)  
Caprice (Pescara) Trussardi Café (Milano)  
Colzani (Cassago Brianza) Tuttobene (Campi Bisenzio)  
Converso (Bra) Zilioli (Brescia)