Fiore di boragine_Urtica 2014

Urticante, ma allo stesso tempo ingrediente dal sapore delicato per moltissimi piatti. Quale pianta migliore per dare il nome alla Festa dell’uomo e delle piante spontanee commestibili, Urtica 2014 appunto, che la comunità agricola Casa Scaparone di Alba ospiterà da venerdì 30 maggio a domenica 1° giugno? L’iniziativa, che si propone di recuperare, valorizzandolo, il rapporto con il mondo vegetale selvatico e i tesori che custodisce, promuoverà la ricerca di nuove coltivazioni e ricette che abbiano come protagoniste le erbe spontanee, senza dimenticare il rispetto degli equilibri naturali e l’amore verso le tradizioni delle terre di Piemonte e Roero. La tre giorni coniugherà agricoltura e cultura con enologia e gastronomia e sarà scandita da una serie di appuntamenti molto vari: dai dibattiti alle sperimentazioni culinarie fino a passeggiate guidate tra i campi condotte da Meret Bissegger, autrice de La mia cucina con le piante selvatiche e dall’Associazione Substantia, rete di produttori agricoli di cui Casa scaparone fa parte. Ampio spazio sarà poi dedicato al progetto Menù Natura, ideato in collaborazione con Marco Bo, docente della Scuola nazionale di cucina naturale “La sana gola” di Milano, che propone un menu completo pensato per esaltere la ricchezza del mondo vegetale e delle piante spontanee. Ad allietare il tutto, le note di diversi spazi musicali e concerti.