BusinessPeople

Il coraggio prudente dei Ferrero

Torna a Senza rete
Lunedì, 31 Maggio 2010

La Ferrero non ha comprato il concorrente inglese Cadbury. Strano. C’erano tutte le condizioni. La Cadbury li aveva cercati e avrebbe sostenuto l’offerta italiana. Due delle maggiori banche erano pronte a finanziarla (le altre avrebbero fatto il tifo). Il costo del denaro è a un livello tale che la Ferrero, con la solidità che può vantare, avrebbe potuto fare questa come qualsiasi altra operazione. Ma non l’ha fatta.
Piaccia o non piaccia oggi ci vuole più coraggio a dire di no che a dire di sì alle proposte di crescita per linee esterne di un’azienda. Perché le banche offrono denaro a costi irrisori. Perché i finanziari suggeriscono a getto continuo operazioni che sembrano l’occasione della vita. Perché in giro per il mondo aziende che valevano 100 oggi vengono vendute per 50 e anche meno. Perché bisogna avere i nervi saldi per non cedere alla paura di perdere un affare. In effetti ci vuole coraggio a dire di no.
Piaccia o non piaccia (ai più non piace) questo capitalismo familiare considerato provinciale, chiuso, poco innovativo resta il migliore perché è fatto da persone che vogliono fare ciò che sanno fare, vogliono crescere lentamente ma in modo continuativo, non cedono alle pressioni di chi sostiene, in genere in modo interessato, che chi non cresce veloce, decresce e che la concorrenza si batte sì con la qualità ma soprattutto facendo fuori i concorrenti. Comprandoli. Meglio se a debito. Meglio ancora se attraverso una scatola finanziaria da fondere nell’azienda acquisita sulla quale scaricare i debiti contratti.
Il capitalismo alla Nutella non piace perché è poco eccitante: niente titoloni, niente ristrutturazioni (e niente commissioni alle banche d’affari). Niente di niente. Ma è il migliore. E anche il più simpatico. Mi immagino la riunione di famiglia tra i figli di Michele Ferrero, Pietro e Giovanni, che cercano di convincere il padre a comprare la Cadbury. Mi immagino Michele che mentre li ascolta tira fuori dalla dispensa la scatola dei Ferrero Rocher, ne scarta uno e se lo gusta in silenzio a occhi chiusi. A quel punto Pietro e Giovanni devono aver capito…

POST PRECEDENTE
POST SUCCESSIVO
LE OPINIONI
PEOPLE MOVING
LA RIVISTA
Anno XII n 11 novembre 2017
Copyright © 2017 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media