BusinessPeople

La campagna per Salvini? La fa già il Pd

Mercoledì, 05 Giugno 2019
La campagna per Salvini? La fa già il Pd

Finalmente. Finalmente Nicola Zingaretti ha esposto il programma economico del Pd. Erano mesi che lo aspettavo, che speravo che il principale partito della sinistra la smettesse di giocare di rimessa davanti alle esternazioni, alcune oggettivamente imbarazzanti, di Matteo Salvini. Erano mesi che speravo che il Pd riuscisse a dire qualche cosa di più della denuncia del rischio del ritorno del fascismo. Avevo quasi perso le speranze quando giovedì 16 maggio, sull’house organ del partito, Repubblica , leggo, finalmente, le proposte economiche del Pd. Il fatto che il nuovo direttore, Carlo Verdelli, avesse deciso di pubblicare questo importante articolo solo a pagina 13 senza nessun richiamo in prima, mi insospettì. Poi capii perché era a pagina 13. Le proposte economiche del Pd per le elezioni europeee non riguardano l'Europa, prima di tutto ma l’Italia.

È facile fare i puri con i soldi degli altri

È facile fare i puri con i soldi degli altri

Mercoledì, 05 Giugno 2019

Sono contrario al salvataggio di Radio Radicale. Radio Radicale si deve salvare da sola perché ne ha le competenze, le capacità, le possibilità. Con quello che è, non doveva nemmeno finire nel cul de sac dove è finita, e dove è, in realtà, da decenni.

Cialtroni d’Italia

Cialtroni d’Italia

Martedì, 02 Aprile 2019

«Disagi in vista per cittadini e pendolari: venerdì 8 marzo la Confederazione unitaria di base e l’Unione sindacale di base hanno proclamato uno sciopero generale dei trasporti di 24 ore con rivendicazioni riguardanti la violenza maschile sulle donne, le discriminazioni di genere, contro la...

ARCHIVIO
  • Gli imprenditori non sperino nella politica
    Gli imprenditori non sperino nella politica

    Sono rimasto stupito che un pentastellato qualsiasi, che so, un Di Battista, una Lezzi o un Di Maio non abbia tirato fuori Bob Kennedy che, nel 1968, disse che «il pil misura tutto, tranne ciò che rende una vita degna di essere vissuta». Sarebbe stato perfetto citarlo quando la Commissione Ue ha...

  • Gute nacht, Frau Merkel
    Gute nacht, Frau Merkel

    Avviso ai lettori: non vi confondete. In questo articolo parlo della Germania, non dell’Italia. Il 2018 è stato un anno abbastanza disastroso. Proviamo a mettere in fila i fatti. Intanto ha visto gli strascichi della più grande truffa nella storia economica del Paese (anzi, no, sembrerà strano...

  • Chiamatemi puttana
    Chiamatemi puttana

    Francamente non capisco perché i giornalisti, casta della quale faccio parte, si offendono se il potente pro tempore li insulta. L’episodio è noto: Alessandro Di Battista (che peraltro non ha nessun ruolo di governo, ma conta più di quello che sembra nel M5S) ha definito i giornalisti «puttane»...

  • Un Paese di schiavi
    Un Paese di schiavi

    Francamente c’è da aver paura di questo governo. No, nessun rischio per la democrazia, tranne il piccolo dettaglio che l’azionista di maggioranza dell’Esecutivo è eterodiretto da una società privata milanese. C’è da aver paura per le ricette economiche che stanno immaginando e che, se...

  • La fine degli slogan
    La fine degli slogan

    È iniziato il settembre più settembre che si sia mai visto. Settembre è sempre stato il mese della ripartenza, dello slancio e della ripresa, ma quest’anno è diverso. Questo potrebbe essere il mese della fine dei sogni. Si potrebbe chiamare “settembre nero”, se questo termine non evocasse eventi tragici, ma sarà esattamente un settembre nero.

LA RIVISTA
Anno XIV n 6 giugno 2019
Copyright © 2019 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media