BusinessPeople

Partiamo dal territorio

Torna a Progetto manager
Lunedì, 11 Novembre 2019
©  iStock/sanjeri

Welfare, sindacato a km 0, trasformazione del mondo del lavoro e conoscenza. Sono questi i temi su cui hanno lavorato i tanti manager associati a Manageritalia all’interno delle assemblee territoriali e dei precongressi che si sono svolti in tutt’Italia tra il 12 e il 19 ottobre. Un’elevata partecipazione ha contraddistinto questi appuntamenti che hanno coinvolto quasi un migliaio degli oltre 36 mila associati (dirigenti, quadri ed executive professional). Ancor più elevata, per profondità e innovazione, la qualità del dialogo, per poi chiudere in tutte le sedi con una sintesi da portare a livello nazionale.
L’obiettivo dei precongressi territoriali è, infatti, quello di condividere i temi principali delle trasformazioni in atto sia come ricaduta sui manager sia come idee, contributi e azioni che i manager vogliono portare con la loro organizzazione a vantaggio di economia, lavoro e società. Questi diverranno linfa vitale dei lavori del Congresso nazionale che si terrà il 15 e 16 novembre a Milano, e poi le linee guida e, quindi, il piano operativo dell’azione futura della nostra organizzazione e azioni concrete a vantaggio di tutti.
All’interno dei precongressi c’è stata in tutte le sedi anche una parte pubblica che ha coinvolto esperti e rappresentanti  della politica e delle istituzioni locali. Insomma, abbiamo veramente ascoltato e fatto lavorare il territorio in tante sue sfaccettature. Condivisione e dialogo sui temi congressuali sono intanto già in corso dalla metà di settembre su un’apposita piattaforma online che arricchirà con i suoi contenuti i lavori del Congresso finale. Le forti trasformazioni in atto nel lavoro e nella società ci spingono a sviluppare rapidamente risposte atte a supportare i manager in una professione sempre più sfidante e a portare, con ancor più forza, il loro contributo anche fuori dalle aziende. Infatti, chi meglio dei manager può e deve accompagnare tutti gli italiani nel cogliere appieno i vantaggi dell’innovazione tecnologica per cavalcare e non subire il cambiamento, cogliendone  i vantaggi e mettendoli al servizio di una vera e diffusa sostenibilità?
Dobbiamo, quindi, capire come l’innovazione in tutti gli ambiti, quella che ci permette da un lato di vivere più a lungo e meglio e quella che cambia il modo di fare business, debba mettersi in sinergia con un lavoro sempre più mutevole  per competenze, tempi e modi di lavorare... e un’età pensionabile che arriva sempre più tardi. Dobbiamo capire come il sindacato possa essere sempre più vicino a un lavoro la cui dimensione organizzativa passa da singola a relazionale e da aziendale a ecosistema organizzativo e allo stesso tempo come evolvere l’apprendimento che deve accompagnarci nell’intera vita professionale. E i manager su questo hanno tanto da dire e da dare non solo per loro stessi e le loro aziende, ma anche dialogando con politica, istituzioni, economia e società. Lo abbiamo sempre fatto, ma oggi serve farlo sempre più e meglio.

POST PRECEDENTE
LA RIVISTA
Anno XIV n 12 dicembre 2019
Copyright © 2019 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media