BusinessPeople

Non c’è successo senza un ideale

Torna a L'editoriale
Giovedì, 09 Dicembre 2010

Tutti gli imprenditori che Business People ha incontrato e dei quali ha parlato in questi anni sono accomunati da un unico tratto distintivo. Tutti hanno un obiettivo in testa, chiamarlo scopo forse è eccessivo, ma certamente un obiettivo che li guida. Chi vuole diventare il numero uno nel proprio settore, chi vuole crescere attraverso acquisizioni, chi vuole creare qualche cosa alla quale ancora nessuno ha pensato e chi vuole fare tutte queste tre cose insieme. Tutti, però, hanno ben chiaro in testa dove vogliono andare, dove vogliono arrivare. Si sono dati anche un tempo per realizzare i loro progetti, cinque-sette-nove anni. Sanno anche come raggiungere il loro scopo: chi cerca un partner, chi pensa di vendere attività marginali, chi anche, purtroppo, di ridurre i costi agendo anche sulla leva dell’occupazione. Però sanno quello che fanno e perché lo fanno.
Questo deve essere un insegnamento per tutti. Nel momento in cui l’economia impone uno sforzo spesso addirittura superiore alle proprie forze, gli unici che sopravvivono sono coloro che hanno un ideale, che sia questo industriale (crescere) oppure umano (diventare anche solo più bravi nel fare ciò che si fa). Coloro che non sono riusciti a superare la crisi sono spesso coloro che avevano uno scopo o troppo ambizioso, quindi irrealistico e, come tale, pericoloso in sé, o coloro che non lo avevano affatto e si sono lasciati guidare nelle loro scelte dalla contingenza, quasi dal caso, quasi dai concorrenti. È evidente che spesso un imprenditore non riesce a realizzare i propri ideali anche per motivi che nulla hanno a che fare con la sua caparbietà, con il suo impegno o con la sua volontà. Chiunque conosce decine di casi di questo tipo. Però è un fatto che quando una persona sa dove vuole arrivare, come vuole arrivarci e in quanto tempo, è più facile che ci riesca. Mantenendo i nervi saldi, senza farsi prendere dal panico, avendo chiaro il motivo per cui si fa tutto.

POST PRECEDENTE
POST SUCCESSIVO
LE OPINIONI
PEOPLE MOVING
LA RIVISTA
Anno XII n 11 novembre 2017
Copyright © 2017 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media