BusinessPeople

La discontinuità come scelta

Martedì, 09 Giugno 2020
La discontinuità come scelta

Chi, durante il lockdown e l’inizio incerto della Fase 2, non ha letto o sentito ogni giorno almeno 4-5 ipotesi su come sarà il nostro futuro dopo la pandemia, alzi la mano. Se ci siete, sarete sicuramente delle eccezioni alla regola… Saremo migliori, saremo peggiori, chissà? Di certo, ci saremo ancora dopo che questa grande bolla in cui siamo immersi sarà scoppiata, tra aziende in smart working, timorose e timide per un’ulteriore possibile ricaduta, liquidità perduta, cassa integrazione che non arriva, stipendi decurtati, fallimenti prossimi e venturi. Allora ne vedremo delle belle; in senso figurato, ovviamente, visto che di bello ci sarà di sicuro ben poco o quasi nulla.Su come saremo, non saprei dire, anche perché ho timore a proferire ad alta voce i pensieri negativi che si addensano nella mente, certa che con la negatività non si è mai fatto nulla di buono.

Io sto con Ranucci

Io sto con Ranucci

Martedì, 09 Giugno 2020

Premetto che non ho mai incontrato, né ho mai avuto modo di parlare con Sigfrido Ranucci. Per chi non lo conoscesse, è il giornalista che ha sostituito Milena Gabanelli alla conduzione della storica trasmissione d’inchiesta Report su Rai3.

Ricordare, Ricordare, Ricordare

Ricordare, Ricordare, Ricordare

Venerdì, 03 Aprile 2020

In tempi come quelli che ci tocca vivere, dobbiamo imporci un proponimento. Nulla di impossibile o di infattibile. Perché l’impatto del coronavirus impone un proposito per il presente che possa condizionare – si spera al meglio – il nostro futuro.

ARCHIVIO
  • Like e follower, non è tutto oro quel che luccica
    Like e follower, non è tutto oro quel che luccica

    Lo ammetto, e me ne assumo del tutto il rischio, quanto vado a dire potrà sembrare un discorso interessato, visto che la logica dei like e dei follower ha devastato e sta devastando l’editoria cartacea cui Business People appartiene, ma è anche vero che il mondo della comunicazione – commerciale...

  • La solitudine è digitale
    La solitudine è digitale

    Stiamo diventando degli analfabeti intellettuali, e il dramma è che la cosa al massimo ci stupisce anziché spaventarci. I segnali sono tanti e arrivano da più fronti, ripetutamente, come la notizia che i giovani quindicenni italiani di oggi abbiano meno capacità di comprendere quanto leggono rispetto agli studenti di 10 anni fa.

  • Un nuovo giuramento d’Ippocrate
    Un nuovo giuramento d’Ippocrate

    Vi siete mai chiesti perché un medico debba (giustamente) prestare un giuramento – quello di Ippocrate – e un imprenditore piuttosto che un manager, no? Certo, il benessere delle persone e delle comunità è prioritario su tutto e su tutti (non a caso la saggezza popolare pone da sempre al primo...

  • Viviamo per lavorare o viviamo per vivere?
    Viviamo per lavorare o viviamo per vivere?

    Dobbiamo farcene una ragione, il lavoro è molto, ma non tutto. Nella vita. Il che vale sia per chi un lavoro ce l’ha, sia per chi lo sta cercando. Siamo cresciuti con il mito che il lavoro nobilitasse l’uomo, e siamo finiti con il farne una condanna: a volte perché – malgrado la nostra...

  • Cercasi chiarezza
    Cercasi chiarezza

    Ci sono cose che accadono e che lasciano un senso di rassegnata frustrazione, in cui ti sorprendi a pensare: «ma sono i tempi a impazzire, o sono io a non capire?». Non si fa in tempo, infatti, a dare per assodata una cosa che, immediatamente dopo, un’altra – diametralmente opposta – ottiene i crismi della veridicità.

LA RIVISTA
Anno XV n 6 giugno 2020
Copyright © 2020 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media