BusinessPeople

Viviamo per lavorare o viviamo per vivere?

Lunedì, 11 Novembre 2019
Viviamo per lavorare o viviamo per vivere?

Dobbiamo farcene una ragione, il lavoro è molto, ma non tutto. Nella vita. Il che vale sia per chi un lavoro ce l’ha, sia per chi lo sta cercando. Siamo cresciuti con il mito che il lavoro nobilitasse l’uomo, e siamo finiti con il farne una condanna: a volte perché – malgrado la nostra ricerca – non siamo riusciti a trovare un impiego dignitoso (e ciò viene vissuto inevitabilmente come un grave fallimento esistenziale), oppure perché uno stipendio l’abbiamo ma – quasi sempre – non tale da permettere a noi e alle nostre famiglie di soddisfare tutte le nostre presunte necessità. Anche perché la soglia dei bisogni via via si sposta, tendenzialmente verso l’alto. Da qui la rincorsa perenne a volere sempre di più, a prezzi personali affannosamente crescenti.Pure il meccanismo competitivo delle aziende le spinge a chiedere sempre di più, e di meglio, ai propri collaboratori.

Cercasi chiarezza

Cercasi chiarezza

Lunedì, 11 Novembre 2019

Ci sono cose che accadono e che lasciano un senso di rassegnata frustrazione, in cui ti sorprendi a pensare: «ma sono i tempi a impazzire, o sono io a non capire?». Non si fa in tempo, infatti, a dare per assodata una cosa che, immediatamente dopo, un’altra – diametralmente opposta – ottiene i crismi della veridicità.

Cosa insegna Perfetti sconosciuti

Cosa insegna Perfetti sconosciuti

Martedì, 10 Settembre 2019

La notizia non è stata delle più deflagranti, ma sicuramente ha sorpreso i più. Una commedia italiana, Perfetti sconosciuti  scritta e diretta da Paolo Genovese, è entrata nel Guinness World Record per essere il film con il maggior numero di remake.

ARCHIVIO
  • Alla ricerca di una nuova economia
    Alla ricerca di una nuova economia

    Negli ultimi due lustri il mondo è cambiato, continuando a evolversi e involversi, senza che l’economia accennasse una minima modifica delle sue regole. Un’economia dove sono le logiche della finanza a prevalere – una tra tutte la massimizzazione dei profitti a breve termine per gli...

  • Non è questione di preferenze, ma di competenze
    Non è questione di preferenze, ma di competenze

    Non so com’è, ma non capisco come mai a ogni tornata elettorale è convinzione dei più che sia necessario smantellare lo smantellabile per impelagarsi in infiniti iter con l’intento di rimettere mano a interi settori. Il risultato è che non durando le legislature abbastanza a lungo per...

  • La creatività è un dovere costituzionale
    La creatività è un dovere costituzionale

    Se fino a non molti anni fa l’imperativo di una persona – diventata adulta – era di “trovare” lavoro, oggi è di “creare” lavoro, che sia il più originale possibile, in quanto espressione della propria unicità. L’alternativa: un lavoro subìto e meccanico, che conduce alla disoccupazione...

  • Quote rosa: scadenza sì o no?
    Quote rosa: scadenza sì o no?

    Il 2020 si sta avvicinando di gran balzo, e per allora la politica dovrà aver deciso se rinnovare o chiudere definitivamente con le disposizioni sulle quote rosa nei Cda delle aziende, contenute nella norma Golfo-Mosca del 2011, ormai in scadenza.

  • È tempo di ragionare sull'A.I.
    È tempo di ragionare sull'A.I.

    Il dibattito è già partito da tempo e, di volta in volta, si ripropone all’attenzione delle nostre coscienze come le onde del mare, le quali vanno e vengono solo all’apparenza, perché di fatto l’acqua rimane, è solo la corrente a scorrere… Mi riferisco alla discussione in atto sulla necessità di un’etica per l’Intelligenza Artificiale.

LA RIVISTA
Anno XIV n 11 novembre 2019
Copyright © 2019 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media