Viaggi di lavoro addio o quasi: nel 2015, le prenotazioni e i biglietti per i viaggi correlati alla professione - aziendali, d'affari o di rappresentanza - sono calati del 15,1%. Rispetto agli 8,1 milioni del 2014, le prenotazioni sono calate sotto quota sette milioni (6,9) confermando il calo cominciato tre anni fa. A dirlo sono i dati Istat che fanno riflettere per la portata del calo: in forte diminuzione le uscite per congressi,conferenze e convegni (-43,9%), per corsi di aggiornamento (-61,5%) e anche per fiere ed esposizioni (-62,5%). Calano con la stessa velocità anche i lavoratori in movimento: negli ultimi tre mesi del 2015, si siano mosse lavoro solo 800 mila dipendenti, -15% rispetto ai 989 mila di fine 2014.