BusinessPeople

Piccolo vademecum per non fare figuracce in Cina

Piccolo vademecum per non fare figuracce in Cina Torna a Vado in Cina, faccio carriera e poi torno
Giovedì, 25 Luglio 2013

Nella cultura cinese il rispetto dell’etichetta è tutto: ecco come cavarsela nelle situazioni più difficili.

NIENTE CINESE MACCHERONICO. Conoscere solo qualche parola è inutile: o ci si esprime correttamente oppure è meglio un interprete.

ATTENTI ALLE MANI. Il linguaggio del corpo è importante, la cultura cinese non apprezza chi gesticola troppo e anche le strette di mano devono essere brevi e non energiche.

RICONOSCERE IL CAPO. Le gerarchie sono rigidissime, parlare con un sottoposto non serve a nulla, rivolgetevi subito a chi comanda e cominciate con un elogio della sua figura.

LA CERIMONIA DELLE BUSINESS CARD. Porgete il biglietto da visita con entrambe le mani e posate sul tavolo quello ricevuto così da poterlo osservare durante la riunione.

OCCHIO ALLO SGUARDO. Abbassatelo durante il saluto: fissare negli occhi è considerato segno di scortesia.

NUMERO DELLA MORTE. Nelle presentazioni in Powerpoint evitate quattro bullet-point, porta male. Se dovete sostenere una tesi, argomentatela in tre o in otto punti.

REGALI. Al primo incontro i cinesi ve ne porteranno uno e si aspettano di riceverlo. Evitate orologi o sveglie, simboli nefasti. Il pacchetto è ok rosso, oro o argento, colori beneauguranti, evitate bianco nero, blu e verde: sono lutto e sfortuna. Il momento migliore per lo scambio è al termine del meeting.

NIENTE NO. Durante la trattativa sostituite tutti i «no» ed eventuali risposte negative con «forse», «ci penserò» oppure «vedremo», poi riservatevi di approfondire l’argomento in un secondo momento.

IL CAPO COMANDA, DAVVERO. I numeri uno cinesi danno ordini. Ma sono meno diretti nella comunicazione.

VITA IN UFFICIO. La struttura interna delle aziende è in generale meno organizzata e standardizzata nella gestione delle risorse. Neo-assunti, siete avvisati.

PAZIENZA. La fretta, nella cultura orientale, è sintomo di superficialità e aggressività. Non importa chiudere subito l’affare, bisogna chiuderlo bene e metterci tutto il tempo necessario.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media