In Facebook veniva utilizzato già da anni, da circa un anno una versione beta è stata estesa ad alcune aziende; oggi il servizio è disponibile per qualsiasi organizzazione voglia utilizzarlo. Stiamo parlando di Facebook Workplace, una versione del celebre social network pensata appositamente per il posto di lavoro, inizialmente conosciuta come Facebook at Work. Il servizio viene utilizzato a oggi da più di mille realtà in tutto il mondo, soprattutto in India, negli Stati Uniti, in Norvegia e Francia. “Workplace colma un gap cruciale nel mercato per coloro i quali non lavorano in ufficio o alla scrivania”, si sottolinea in una nota di Facebook. “Siamo stupiti dalla portata delle organizzazioni che hanno adottato Workplace: da un’azienda di spedizioni che può ora connettersi al proprio equipaggio navale utilizzando i video in diretta, a una banca che ora utilizza Workplace al posto del fax e delle newsletter per condividere aggiornamenti con i suoi sportelli bancari. Grandi multinazionali come Danone e Booking.com, organizzazioni non profit internazionali come Oxfam, e aziende leader locali come YesBank in India e la Government Technology Agency di Singapore hanno tutte adottato Workplace. Le persone lavorano in modi diversi in tutto il mondo, e la missione di Workplace è quella di aiutarli a rimanere in contatto”.

PREZZI E CARATTERISTICHE. I prezzi, al momento disponibili solo in dollari, si basano sul pagamento di una tariffa mensile per utente attivo (per cui le aziende pagano solo per quello che effettivamente utilizzano). Più utenti attivi avrà un’organizzazione, meno pagherà per ognuno di essi.