Sesso in ufficio Svezia pausa retribuita

Sesso in ufficio? Serve un'ora di pausa retribuita a settimana per farne di più. Così la città svedese di Overtornea, nel Nord del Paese, prova a migliorare la salute dei suoi lavoratori e cittadini. L'idea è del 42enne consigliere comunale Per-Erik Muskos: «Ci sono molti studi che dimostrano come il sesso faccia bene alla salute», ha detto Muskos ad AFP , sottolineando come nella società odierna i ritmi lavorativi impediscano a molte coppie di avere una vita sessuale appagante. Verrebbe a smarrirsi, in altre parole, il giusto equilibrio tra vita lavorativa e privata. Molte persone, provate da infinite giornate in ufficio, arrivati a casa la sera rinunciano del tutto ad avere rapporti sessuali».

Sesso in ufficio? In Svezia arriva un'ora di pausa retribuita

Il legame tra sesso e ufficio, tra letto e lavoro insomma, è molto stretto. Lavorare troppo riducendo l'attività amorosa mette a rischio la stabilità delle coppie, mentre il troppo stress è una delle cause della disfunzione erettile. D'altra parte, invece, un'attività sessuale sana migliora la salute fisica e mentale riducendo le possibilità di ammalarsi di cancro. Avere orgasmi con tempistiche regolari permette infatti di dormire meglio, stimolando le endorfine e rafforzando il sistema immunitario.

Problema natalità

Nel Paese del politically correct, infatti, c'è chi grida alla discriminazione contro i single, ma non solo. Perché tra libertà sessuale e idee anticonformiste su amore e famiglia, a Stoccolma quello della natalità è uno dei problemi più sentiti. Nonostante 480 giorni di congedo parentale, sanità pubblica di alto livello totalmente gratuita per tutti, assegni familiari, sussidi a ragazze-madri o genitori soli, il tasso di nascite sta calando rapidamente, anche se resta uno dei più alti d'Europa. Crescita economica, basso debito pubblico e welfare non bastano a raddrizzare gli effetti negativi di quegli ideali diffusisi nell'era della socialdemocrazia e raccolti nel documentario La teoria svedese dell'amore.

Fare sesso migliora la qualità della vita, la produttività e i rapporti interpersonali, sostengono i promotori del'iniziativa che è arrivata fino al New York Times . «Fare sesso è un ottimo esercizio fisico e la scienza documenta i suoi effetti positivi sul benessere della persona», ha affermato il consigliere Muskos ricordando che ci sono già pause retribuite per fare sport. «E in più dobbiamo incoraggiare la gente a procreare, troppo spesso nella stressante vita moderna la gente fa poco sesso». Anche se per rispetto della privacy nessuno potrebbe controllare davvero che cosa succede sotto le lenzuola.

Non è la prima volta che in Scandinavia vengono pensate campagne più interessanti del nostro Family Day per invitare a fare figli: successe già in Danimarca con speciali promozioni di viaggio per aiutare le coppie a ritrovarsi al motto di "Do It for Denmark!", fallo per il tuo Paese.

Articolo aggiornato il 9 gennaio 2018 alle ore 10.15