© tec_estromberg

Sostenere il benessere dei dipendenti aiuta anche le performanceaziendali? Sembra di sì. Da un’indagine condotta da Johnson & Johnson, per esempio, è emerso che le iniziative volte a migliorare la qualità della vita e la salute dei dipendenti portano a una diminuzione fino al 20% degli incidenti sul lavoro dovuti a negligenza personale. Il Comune di Toronto, in Canada, inoltre, ha riscontrato una diminuzione dell’assenteismo tra il 4% e il 10%. Ma anche inItalia le statistiche raccolte dalla sperimentazione effettuata in alcune grandi aziende hanno dimostrato come in poco tempo sia possibile migliorare il “benessere organizzativo”. I risultati ottenuti da MyTO, il primo social network ideato per promuovere e sostenere la salute dei dipendenti all’interno delle aziende – realizzato da Aubay, sarà presentato a Milano al Forum Abi Lab il 18 e 19 marzo – non fanno altro che confermare quello che in altri Paesi è considerato un dato di fatto: se un dipendente sta meglio, ne guadagnano tutti, azienda compresa. Ecco perché questi nuovi strumenti vengono ormai considerati benefit incentivanti. Non solo, in alcuni settori di mercato, come ad esempio quello delle assicurazioni o dell’alimentazione, MyTo può essere proposto anche alla propria clientela, diventando così anche un potente canale di sviluppo del business. È noto che il benessere genera valore.

Ma che cos’è in concreto MyTo? È un portale di benessere digitale, che dimostra come le nuove tecnologie informatiche possano facilitare anche la gestione di un programma di corporate wellness. MyTo, invece, coniuga il concetto di benessere alle nuove tendenze digitali, tutelando la salute dei dipendenti grazie all’integrazione di dispositivi biometrici, analisi di big data e gestione della privacy con competenze medico-scientifiche di rilievo nazionale e internazionale. Elemento decisivo, poi, è stata la scelta, da parte di Aubay, di strutturare il servizio secondo i canoni dei social network, in modo da attrarre nuovi utenti, fidelizzarli e creare spirito di gruppo.