© Simone Durante

Con un tasso di disoccupazione dei 15-24enni che sfiora il 39,5%, l’ingresso nel mondo del lavoro per i giovani italiani è spesso una vera e propria impresa. Che si fa ardua per coloro che si portano dietro una situazione di disagio: per chi ha abbandonato gli studi, o si trova in carico ai servizi sociali perché ha alle spalle situazioni familiari critiche, o ancora è affetto da disabilità fisiche o psichiche, oppure rientra, benché giovane, nella categoria dei disoccupati di lunga durata. Per dare una mano a questi giovani quattro fondazioni private italiane Aiutare i bambini, San Zeno (Gruppo Calzedonia), Umana Mente e UniCredit Foundation – per la prima volta fanno fronte comune e lanciano un progetto che ha l’obiettivo di inserire al lavoro in tutta Italia 120 ragazzi in situazione di disagio sociale.

I fondi messi a disposizione dalle quattro fondazioni – pari a 600.000 euro – serviranno a sostenere l’inserimento lavorativo di giovani presso realtà produttive del loro territorio di residenza, oppure a sostenere attività di imprenditorialità sociale che favoriscano l’occupazione giovanile. I beneficiari dovranno avere un’età compresa tra i 16 e i 29 anni. I fondi verranno distribuiti attraverso un bando, nominato significativamente “Occupiamoci!”, rivolto esclusivamente ad organizzazioni senza scopo di lucro costituite da almeno tre anni (tra cui: cooperative sociali, enti di formazione professionale, imprese sociali). I progetti presentati verranno valutati dai promotori secondo precisi parametri. I progetti accolti verranno poi classificati in tre graduatorie distinte a seconda dell’area geografica di realizzazione degli interventi (Nord, Centro e Sud Italia). I progetti vincitori riceveranno un finanziamento a fondo perduto: massimo 35mila euro per progetto in caso di inserimenti lavorativi in realtà produttive e massimo 60milaeuro per progetto in caso di sostegno ad attività di imprenditorialità sociale.

Le domande vanno presentate entro il 31 ottobre. Il Bando e tutte le informazioni necessarie per partecipare saranno consultabili on line a partire dal 30 settembre sui siti internet delle quattro fondazioni promotrici: www.aiutareibambini.it; www.fondazionesanzeno.org; www.umana-mente.it e www.unicreditfoundation.org.