Se a Natale siamo stati – si spera – tutti più buoni, a gennaio siamo tutti meglio intenzionati: è il momento buoni propositi per l’anno appena cominciato. Anche se poi spesso non si va al di là delle intenzioni. Perché è così facile scrivere la lista delle cose da fare e così difficile farle veramente? Forse perché sappiamo bene cosa vogliamo ma non come ottenerlo. Un errore in cui spesso incorrono anche i manager. Ancor peggio è darsi obiettivi confusi. In questo caso non c’è davvero nulla da fare. Ma non tutto è perduto. Anzi. Siamo convinti che bastino due semplici regole per non rimanere impigliati nel vortice dei buoni propositi mai realizzati.
Primo: l’obiettivo deve essere non solo molto concreto, ma davvero raggiungibile. Meglio puntare a una gita fuori porta che sperare di fare il turista sulla Luna. Secondo: una volta capito dove si vuol arrivare, partire con l’attrezzatura giusta e studiare a fondo il percorso, prima di muovere un solo passo. Business People ha immaginato dieci buoni propositi lavorativi per professionisti alle prese con un 2012 incerto e difficile. Per ciascuno vi raccontiamo le dritte più originali, curiose ed efficaci.

10 CONSIGLI PER AVERE SUCCESSO

1. Brillare al colloquio di lavoro che potrebbe cambiarvi la vita

2. Diventare una personalità (almeno online)

3. Aprire un negozio su Facebook

4. Diventare il manager più in vista di tutta l'azienda

5. Volete un blog cliccatissimo? Non fate questi errori

6. Spendere solo il necessario

7. Parlare in pubblico come Cicerone (o Steve Jobs)

8. Un sms vale oro

9. Disintossicarsi da Internet. Basta distrazioni, solo lavoro

10. Ora tocca a voi...