© Getty Images

«L’andamento osservato - può essere stato influenzato dalla novità contenuta nella legge di Stabilità che ha introdotto - a partire dal 2015 - un nuovo regime forfettario in sostituzione del preesistente regime fiscale di vantaggio». Così il ministero dell'Economia - scoprendo un po' l'acqua calda - commenta il boom di partite Iva aperte a dicembre (+200%).

La fuga dal nuovo regime - 15% e non 5% di tassazione per redditi fino a 15 mila euro e non più fino a 30 mila - ha reso inutile o quasi la riforma del governo decisa nella Legge di Stabilità.

Ecco perché, secondo il Sole 24 ore, il ministero starebbe pensando a una retromarcia autorizzando con un emendamento l'adesione al vecchio sistema per tutto il 2015. Appuntamento al 20 febbraio per seppellire la riforma?