Il ministro Marianna Madia

Servono davvero 2 mila nuove assunzioni nella Pa? Sì, dice il ministro Madia che, dopo aver emanato il decreto anti fannulloni nella pubblica amministrazione, passa ora a rinforzare gli organici più in difficoltà dopo anni di blocco del turnover. Sono pronte per essere sbloccate già 1.300 assunzioni, mentre altre 800 presto saranno messe a concorso, con posti riservati ai precari storici del settore pubblico.

Conclusa la mobilità dalle amministrazioni provinciali, ora è il momento di rinforzare davvero i settori più impegnati o in difficoltà. E sembra questa la vera novità: «Si punta ad assumere più facilmente le professionalità di cui la pubblica amministrazione ha necessità», scrive la Funzione Pubblica. Su 1.315 assunzioni, delle quali 12 dirigenti, i più rinforzati saranno il ministero dei Beni culturali (301), l'Inps (259) - che avrà la responsabilità della gestione delle visite mediche fiscali - e il ministero della Giustizia, con il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (130). Degli altri 788 posti da mettere a bando, per oltre la metà (407) è già prevista l'autorizzazione ad assumere. A finanziare le assunzioni saranno budget accumulati negli anni, mentre per corpi di polizia e scuola ci saranno procedure diverse (come il "concorsone").