“Il secondo cognome, Ciman, l’ho aggiunto per ricordare mio nonno materno Eugenio, imprenditore edile dal grande carisma, colui che ha ispirato le mie iniziative imprenditoriali, la lungimiranza, e l’onestà nel mercato. Per nove anni, nel periodo in cui ero assessore al commercio estero, ho lavorato, invece, fianco a fianco con Danilo Longhi, ex presidente della camera di Commercio di Vicenza, capo di Unioncamere, e uno dei principali artefici dello sviluppo economico e imprenditoriale della provincia. Lui mi ha trasmesso il valore della mediazione, indispensabile a livello umano e nel business.”