© Domenico Aliperto

“Sono il manager che sono grazie a mio padre, Silvano, che ha fondato l’azienda 60 anni fa. È riuscito a trasmettere a me e al team un senso profondo della bellezza attraverso l’arte e le emozioni. Da lui ho appreso che l’efficienza non basta a tener viva la passione e la voglia di migliorarsi, non basta vendere un prodotto. Per questo, per esempio, poco tempo fa nel vassoio del pasto del giorno dei pazienti di un ospedale fiorentino nostro cliente, ho fatto trovare una poesia. Un piccolo regalo che ci ha inorgogliti e che quasi sicuramente ha regalato un raggio di sole ai malati. La bellezza in azienda come l’ha intesa lui andava condivisa con tutto il personale.”